cerca CERCA
Giovedì 19 Maggio 2022
Aggiornato: 21:38
Temi caldi

Iraq: Khamenei, nostri 'nemici' vogliono una guerra tra sciiti e sunniti

28 giugno 2014 | 14.10
LETTURA: 1 minuti

alternate text

(Aki) - I "nemici" della Repubblica islamica stanno cercando di frenare l'ondata di "risveglio islamico" in Medio Oriente "provocando conflitti settari tra i musulmani". Lo ha detto la Guida Suprema dell'Iran, l'ayatollah Ali Khamenei, alla luce della crisi in Iraq, dove si fa sempre piu' concreta la minaccia dei militanti sunniti dello Stato islamico (Isil).

"I nemici sono aggrappati alla speranza che un conflitto tra sciiti e sunniti possa sovvertire il risveglio islamico, per questa ragione stanno alimentando guerre civili nella regione", ha dichiarato Khamenei, citato dall'agenzia semi-ufficiale Mehr.

Riferendosi sempre alla situazione in Iraq, dove l'avanzata dell'Isil e' appoggiata da ex militanti del disciolto Baath, l'ayatollah ha sottolineato che "quello che resta del regime del dittatore Saddam Hussein e un manipolo di ignoranti stanno perpetrando crimini nel paese". In Iraq - ha concluso - non c'e' un conflitto sciiti-sunnita, ma "una guerra tra terroristi e gruppi filo-occidentali da una parte e chi si oppone al terrorismo e vuole l'indipendenza dell'Iraq dall'altra".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza