cerca CERCA
Mercoledì 07 Dicembre 2022
Aggiornato: 14:46
Temi caldi

Italia-Russia, cresce la voglia di vacanza nel Belpaese

03 luglio 2019 | 18.49
LETTURA: 3 minuti

alternate text
(Foto Fotogramma)

La voglia di trascorrere le vacanze estive in Italia sale fra i turisti russi. Questa estate infatti la metà dei tour operator russi segnala un aumento delle vendite dei pacchetti turistici con destinazione Italia tra il 10 e il 15% rispetto al 2018. E nei primi tre mesi del 2019 si registra un aumento dei flussi del 21,9%. E' quanto rileva l'Ufficio studi dell'Enit in un dossier sul mercato turistico russo, attraverso un monitoraggio della sede estera Enit, diffuso in occasione della visita di domani del presidente russo Vladimir Putin.

Un trend in ascesa sulla scorta dei flussi turistici russi in Italia del 2018 che sono aumentati del 9,4% (sul 2017) con oltre un milione di viaggiatori e un aumento dei pernottamenti del 2,5% pari circa 7 milioni, anche se la spesa, pari a poco più di 1 miliardo risulta in lieve flessione, -1%. Nel 2018, l'Italia ha conquistato il terzo posto sul podio delle destinazioni preferite dai russi dopo Turchia e Thailandia, scalando ben tre gradini dalla sesta posizione.

Ma dove si reca la maggior parte dei russi che viene in Italia? D'estate un 'must' sono le vacanze al mare, possibilmente associate alla visita di città d'arte. Tra le mete balneari preferite per il 2019 spiccano Rimini, Riviera d'Ulisse, Lido di Jesolo, Lignano, Forte dei Marmi/Viareggio e ancora le località di Sicilia, Puglia, Calabria, Sardegna e Costiera Amalfitana, tutte in aumento del 10% sul 2018. Inoltre, tra le preferenze dei russi salgono del 5% località termali come Ischia, Abano e Montecatini, mentre sono stabili le città d'arte, Roma, Venezia, Firenze, Napoli, Verona, Milano e i laghi di Garda, Como e Maggiore.

in aumento borghi, terme ed enogastronomia

Negli ultimi anni è cresciuta comunque la domanda per i prodotti di nicchia come le città d'arte minori, l'"Italia sconosciuta" e i borghi di Toscana, Lazio e Liguria, i grandi laghi, il termale, il wellness e benessere, i viaggio-studio per imparare la lingua italiana o il design.

In aumento del 5% sul 2018 la domanda per il turismo enogastronomico in Toscana e Piemonte con visita delle cantine, degustazioni dei prodotti tipici, scuole di cucina, show cooking e cooking class, che sono sempre più presenti nelle offerte e negli itinerari turistici per la clientela russa. E a conferma di questo trend sono la maggior parte dei pacchetti turistici venduti per la stagione autunnale 2019. In ogni caso le previsioni del 33% degli operatori, la vendita dei viaggi verso l'Italia per l'anno 2019 aumenterà circa del 10% sul 2018.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza