cerca CERCA
Sabato 03 Dicembre 2022
Aggiornato: 10:33
Temi caldi

Lucia Annibali: "Sfiguramento con acido diventi un reato specifico"

21 novembre 2016 | 15.30
LETTURA: 3 minuti

alternate text
Lucia Annibali (Fotogramma)

"Considerato l'allarme sociale dei casi di aggressione con acido, sarebbe auspicabile individuare una fattispecie specifica di reato, anche perché i danni causati da questo tipo di aggressione sono irreversibili". Lo afferma Lucia Annibali, l'avvocato di Pesaro che tre anni fa venne sfigurata dall'acido nel corso di un agguato commissionato dal suo ex, Luca Varani. La storia di Annibali è raccontata in un film per la tv, 'Io ci sono', interpretato da Cristiana Capotondi e in onda domani in prima serata su Rai1, presentato oggi nella sede Rai di Viale Mazzini, a Roma.

Varani è stato condannato a vent'anni di carcere in Appello per l'aggressione e "nonostante non ci sarà mai una pena che possa riparare quello che è successo - dice Annibali - da donna di legge posso dire che nel mio caso giustizia è stata fatta".

Oggi Annibali ha "accantonato la sua professione di avvocato", si è trasferita a Roma e chiamata dal ministro Maria Elena Boschi è consigliere giuridico del ministero per le Pari opportunità, con una specifica attenzione "alle violenze sessuali e di genere. "Una bellissima esperienza - sottolinea - che dopo quello che ho sofferto mi dà la possibilità di ricollocarmi professionalmente e socialmente".

"Stiamo lavorando a tempo pieno - dice - e nei prossimi mesi ci sarà il nuovo piano antiviolenza, con moduli precisi che diano concretezza ed efficacia alla prevenzione. Stiamo studiando anche delle procedure per le strutture di Pronto Soccorso alle quali le donne che hanno subito violenze si rivolgono, in modo che non siano solo curative ma anche capaci di ridare forza a queste vittime".

Annibali ha spiegato che "come dipartimento stiamo andando nelle scuole per fare conoscere questa realtà". Quanto a Varani, "ci penso poco - dice - penso a cose più positive. La paura che un domani uscirà dal carcere certamente c'è - conclude - ma la affronterò quando si presenterà il problema".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza