Cerca

Balestra, bene puntare su giovani, ma non dimentichiamo che Roma è 'alta moda'

'Insegnamo loro cosa vuol dire gusto, eleganza, cultura'

MODA
Balestra, bene puntare su giovani, ma non dimentichiamo che Roma è 'alta moda' /Foto

"Bene i giovani che si affacciano alla moda, bene la nuova mission di AltaRoma a sostegno delle nuove generazioni, bene la sperimentazione, bene l'iniziativa, anche se un po' azzardata ma bisogna anche insegnare ai giovani cosa vuol dire gusto, cultura, eleganza". E' quanto ha dichiarato lo stilista romano Renato Balestra presentando oggi nel suo atelier di via Cola di Rienzo la nuova collezione di alta moda per il prossimo autunno-inverno 2015-2016 (Fotogallery).


Cinquanta sfumature di grigio, dal pallido al perla, dall'argento brillante al platino, fino all'ematite. Dettagli, lusso, tradizione sartoriale che si fondono per l'esigenza della quotidianità e della vita moderna.

Tessuti 'ton sur ton', che creano straordinari effetti di lucido e opaco, preziosi ricami a spina di pesce. La sposa è color platino con effetto 'liquido'. Mille, sottilissimi rivoli di tulle impalpabile e leggeri ricami di madreperla che delineano una siluette evanescente e romantica. L'abito più prezioso della collezione? Una mise da sera, multicolore, interamente ricamata con disegni ispirati alle vetrate dell''art nouveau'.

"Perché la creatività è fatta di dettagli - ha proseguito ancora Balestra - Un abito deve fare la donna più giovane e più bella. La vera eleganza è qualcosa di molto difficile. Osare, stupire, scioccare è molto più facile. I miei maestri sono stati Chanel, ma soprattutto Balenciaga. 'Less is more'. Togliere, togliere, eliminare piuttosto che aggiungere".

Dopo oltre mezzo secolo nell'alta moda, e sempre al top, Renato Balestra ha confessato, prima del debutto della sua collezione autunno-inverno di "sentirsi ancora un entusiasta, un sognatore. Come lo sono tutti i creativi. Del resto disegnare un abito è un po' come scrivere una meravigliosa partitura".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.