cerca CERCA
Mercoledì 14 Aprile 2021
Aggiornato: 13:19
Temi caldi

Make-up. Trionfano rossetti e lucidalabbra, +10,8% nel 2015

18 marzo 2016 | 17.29
LETTURA: 4 minuti

alternate text
TRUCCO ROSSETTO - FOTOGRAMMA

Mai più fuori casa senza un filo di trucco, e soprattutto con le labbra 'nude'. Il 2015 è stato decisamente positivo per il make-up made in Italy, con una crescita "decisamente più sostenuta rispetto alle performance degli ultimi tre anni". Bene il trucco occhi (+7,3%), il trucco viso (+3,6%) e i cofanetti trucco (+1,1%), mentre sono stabili i prodotti per le mani. Ma è addirittura ottima la ripresa del trucco per le labbra (+9,8%). "Gli andamenti più significativi in termine di crescita sono registrati dai delineatori e matite per le labbra (+14,2%), dai rossetti e lucidalabbra (+10,8%) e, in considerazione del valore, i solari e pigmentanti (+9,4%)". E' quanto emerge dal rapporto di Cosmetica Italia sul 2015, presentato oggi a Bologna.

Meno appeal, invece, per i prodotti delle linee maschili, "in calo del 2,6% per un valore di 163 milioni di euro". Flessione anche i prodotti per la cellulite (-7,1%) e gli smalti (- 7%), anche se per questi ultimi è da segnalare la contrazione dei prezzi per quantità acquistate. "Sicuramente su questi andamenti pesa la ridistribuzione delle opzioni d'acquisto". Anche nel 2015 il segmento dedicato alla cura del corpo rimane comunque la principale famiglia di consumo nelle abitudini degli italiani, coprendo il 16,2% sul totale delle vendite, per un valore pari a 1,327 miliardi. La crescita generale di 3 punti percentuali si caratterizza all'interno delle varie sottocategorie di prodotto, prima fra tutte quella dei solari e pigmentanti, cresciute del 9,4%, con un valore delle vendite di oltre 400 milioni, seguita dalla crescita deodoranti e antitraspiranti, +1,1%, per un volume di poco inferiore ai 410 mln.

In dettaglio, l'analisi giudica significativa la contrazione dei prodotti per la cellulite che fermano i consumi 83 milioni di euro, mentre è stabile l'andamento di idratanti, nutrienti ed esfolianti, con un valore delle vendite 2015 prossimo ai 200 mln. Interessante la crescita delle creme polivalenti, "soprattutto in farmacia". I prodotti dedicati allo skin-care rappresentano oltre il 15% dei consumi cosmetici degli italiani, con 1,256 miliardi, in ripresa di poco meno di 1 punto percentuale dopo esercizi stazionari. Il 2015 ha registrato un andamento positivo in profumeria e nel canale farmacia; mentre calano sensibilmente le vendite nella grande distribuzione.

Quanto ai trend dei singoli prodotti, si nota inoltre il buon andamento di creme antietà e antirughe, +3,1%, per un valore superiore ai 520 milioni, mentre è in calo sostenuto la categoria creme idratanti e nutrienti, che chiude l'anno con un -3,1%, con 262 mln. Segno positivo per detergenti e struccanti viso e occhi, cresciuti di 1 punto percentuale nel corso dell'ultimo esercizio.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza