cerca CERCA
Giovedì 29 Luglio 2021
Aggiornato: 08:37
Temi caldi

Mali: localita' nel nord aderiscono a Stato dell'Azawad

30 giugno 2014 | 12.02
LETTURA: 2 minuti

alternate text

(Aki) - Djebok, Atalatai, Tinahama e Intilit non fanno piu' parte del Mali. E' quanto ha rivelato il quotidiano maliano '22 Septembre', secondo cui queste localita', situate nel nord del Paese, "hanno aderito all'Azawad", come e' chiamata la regione in tamashek, la lingua dei ribelli indipendentisti del Movimento nazionale di liberazione dell'Azawad (Mnla). Il quotidiano spiega che il 28 giugno a Djebok, capoluogo del comune di Inchawach, 35 chilometri da Gao, "i capi delle frazioni hanno dichiarato che la localita' non fa piu' parte del Mali".

"La banidera (maliana, ndr) verte-giallo-rossa e' stata sostituita immediatamente con quella dell'Mnla e le popolazioni locali hanno aderito all'Azawad", afferma '22 Septembre', precisando che "il Consiglio comunale e' stato dissolto e rimpiazzato da una struttura gestionale affiliata all'Mnla". Analoga e' la situazione ad Atalatai, Tinahama e Intilit, spiega il giornale, per il quale "questi capi di frazione hanno dei referenti a Bamako, anche nell'entourage al potere", con riferimento in particolare ai "quadri tuareg". "Ecco come una minoranza sta conquistando una buona parte del Nord del Mali, sotto gli occhi dell'esercito maliano, (delle forze internazionali, ndr) della Minusma e (dei soldati francesi, ndr) della Serval", conclude.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza