cerca CERCA
Martedì 24 Maggio 2022
Aggiornato: 14:16
Temi caldi

Matrimonio Repubblica-Stampa, fusione fra Itedi e Gruppo L'Espresso

02 marzo 2016 | 13.04
LETTURA: 4 minuti

alternate text

Matrimonio fra la Repubblica e la Stampa: Fca ha sottoscritto un Memorandum d’Intesa che prevede la fusione di Itedi, società controllata ed editrice de la Stampa, con il Gruppo Editoriale L’Espresso. L'annuncio ufficiale arriva con una nota della società guidata da Sergio Marchionne, che esprime "la volontà di procedere ad un’operazione finalizzata alla creazione del primo gruppo editoriale italiano operante nel settore dell’informazione e, coerentemente con la decisione di concentrare le proprie attività nel settore automobilistico, di distribuire ai propri soci tutte le partecipazioni detenute nel settore editoriale".

Sulla base del range di valutazione preliminare stabilito tra le parti, a seguito della fusione con il Gruppo l'Espresso Fca deterrà il 16% circa del capitale sociale del nuovo gruppo, mentre il socio di minoranza di Fca, Ital Press Holding Spa (controllata dalla famiglia Perrone), ne deterrà il 5% circa. Cir resterà azionista di controllo, con una quota superiore al 40% del Gruppo Editoriale L’Espresso. La società risultante dalla fusione resterà quotata alla Borsa Italiana. E le testate manterranno piena indipendenza editoriale. E' quanto si legge in una nota congiunta Idedi-Gruppo L'Espresso. Il perfezionamento dell’operazione di fusione, che è soggetta all’autorizzazione delle competenti autorità nonché delle rispettive assemblee dei soci, è previsto per il primo trimestre del 2017.

Un'operazione che comporta anche conseguenze dirette per Rcs. Fca lascia l'azionariato della società del Corriere della Sera: "coerentemente con la decisione di concentrarsi nelle attività automobilistiche", e prima di procedere con le operazioni di fusione con il gruppo l'Espresso e distribuzione della partecipazione detenuta nel nuovo gruppo, Fca distribuirà ai propri soci l’intera partecipazione detenuta in Rcs MediaGroup. E anche la famiglia Agnelli conferma l'intenzione di uscire da Rcs. Exor ''contribuirà attivamente e con un impegno di lungo termine allo sviluppo della nuova società che nascerà dalla fusione di Itedi con il Gruppo Editoriale l’Espresso, con l’obiettivo di creare il leader italiano nel settore dell’informazione multimediale quotidiana e periodica, nonchè́ uno dei principali gruppi editoriali europei'', sottolinea una nota della holding di investimenti della famiglia Agnelli confermando l’intenzione di ''cedere la quota in Rcs Mediagroup che sarà̀ distribuita da Fca''.

''L’accordo che abbiamo raggiunto con il Gruppo l’Espresso porterà alla creazione di una nuova realtà nella quale fonderemo tutte le nostre attività editoriali. La società sarà leader nel settore dell’informazione in Italia, in grado di offrire la più ampia e completa gamma di contenuti e di servizi giornalistici, in forma cartacea e digitale", evidenzia il presidente di Fca, John Elkann, in un passaggio della lettera inviata ai dipendenti di Itedi.

"Cir ha accettato di rinunciare alla maggioranza assoluta del capitale per favorire una operazione che fa crescere il Gruppo Espresso e può creare valore nell’interesse di tutti gli azionisti. Siamo molto contenti dell’intesa con azionisti prestigiosi che conoscono il settore: con loro avviamo un lungo percorso nel quale condivideremo nuove idee e nuovi progetti per affrontare le sfide del settore", commenta Rodolfo De Benedetti, presidente di Cir.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza