cerca CERCA
Venerdì 24 Settembre 2021
Aggiornato: 10:38
Temi caldi

Mazda è il primo produttore ad aderire alla eFuel Alliance

06 febbraio 2021 | 07.22
LETTURA: 2 minuti

alternate text

Mazda ha annunciato oggi di essere il primo produttore automobilistico ad aderire alla 'eFuel Alliance', realtà aperta a tutte le aziende e organizzazioni che sostengono l'obiettivo di stabilire e promuovere l'idrogeno ed i combustibili climaticamente neutri (e-fuel) in termini di CO2 per la riduzione delle emissioni nei trasporti. Mazda è sempre stata una convinta sostenitrice di un approccio multi-soluzione, che combini diverse tecnologie, come modo migliore per ridurre le emissioni. L'elettrificazione è un pilastro decisivo di questa strategia ed entro il 2030 tutti i veicoli Mazda saranno elettrificati. Tuttavia, molti dei veicoli continueranno a essere dotati di un motore a combustione interna.

Nel corso della sua storia inoltre Mazda si è votata allo sviluppo di auto e propulsori che soddisfino le esigenze dei suoi clienti, e questo impegno è rimasto vivo. Ciò comprende, infatti, i miglioramenti nell'efficienza dei propulsori convenzionali, l'elettrificazione della gamma, la più ampia diffusione dei combustibili rinnovabili e strumenti digitali e connessi che migliorano l'efficienza nei consumi. Insieme alla eFuel Alliance ed ai suoi membri, Mazda sostiene la creazione di un procedimento che tenga conto del contributo dei combustibili rinnovabili e a basso tasso di carbonio per la riduzione delle emissioni delle autovetture e vuole contribuire al processo decisionale della Ue per la legislazione sul clima. 'Come industria dobbiamo ridurre il più possibile le emissioni - ha precisato Wojciech Halarewicz, Vice President Communications & Public Affairs di Mazda Motor Europe - e per farlo non dobbiamo trascurare nessuna delle possibili strade a nostra disposizione. Le emissioni di gas serra e il cambiamento climatico sono, per natura, una questione globale e complessa che richiede un approccio integrato. Tutti i settori e le industrie devono fare la loro parte e, soprattutto, devono avere l'opportunità di condividere ogni opzione utile per il raggiungimento degli obiettivi climatici. Riteniamo che, con gli investimenti necessari, l'idrogeno e gli e-fuel neutri in termini di CO2 daranno un contributo credibile e reale alla riduzione delle emissioni, non solo per le auto di nuova immatricolazione, ma anche per il circolante attuale'.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza