cerca CERCA
Martedì 19 Ottobre 2021
Aggiornato: 22:59
Temi caldi

Medicina: studio, aceto uccide micobatteri resistenti inclusa Tbc

25 febbraio 2014 | 16.07
LETTURA: 3 minuti

Roma, 25 feb. (Adnkronos Salute) - Il principio attivo dell'aceto, l'acido acetico, è in grado di uccidere microrganismi anche altamente farmaco-resistenti come il Mycobacterium tuberculosis. Lo ha scoperto un team internazionale di ricercatori provenienti da Venezuela, Francia e Stati Uniti, che pubblicano il loro studio su 'mBio', rivista online della Società americana di microbiologia. Si pensa dunque che l'acido acetico possa in futuro essere utilizzato come disinfettante poco costoso e non tossico contro la tubercolosi resistente ai farmaci e altri infezioni gravi.

Solitamente per combattere i batteri nei laboratori viene usata la candeggina, che però è tossica e corrosiva. Sono disponibili altri disinfettanti commerciali efficaci, ma spesso troppo costosi soprattutto per i Paesi poveri, dove fra l'altro avviene la maggior parte dei casi di Tbc. "I micobatteri causano la tubercolosi e la lebbra, ma ce ne sono anche di altri tipi, comuni nell'ambiente, persino nell'acqua del rubinetto, resistenti ai disinfettanti e in grado di causare gravi infezioni, che richiedono mesi di terapia e possono lasciare cicatrici deformanti", ricorda Howard Takiff, autore senior dello studio e responsabile del Laboratorio di Genetica Molecolare presso l'Istituto Venezuelano di Investigazione Scientifica a Caracas. A rischio, dice l'esperto, "molte procedure cosmetiche che vengono eseguite al di fuori di ambienti ospedalieri nei paesi in via di sviluppo, dove non sono disponibili disinfettanti efficaci".

E' stata una borsista post-doc, Claudia Cortesia, a scoprire fortuitamente la capacità dell'aceto di uccidere questi microrganismi, mentre indagava sulla capacità dei micobatteri 'non-Tbc' di resistere a disinfettanti e antibiotici: stava studiando un farmaco che doveva essere sciolto in acido acetico e ha verificato, confrontando con un campione di controllo, che questa sostanza aveva ucciso i micobatteri che voleva studiare. "Dopo la prima osservazione di Claudia - dice Takiff - abbiamo testato le concentrazioni minime e i tempi di esposizione necessari per annientare diversi micobatteri". Ha collaborato l'Albert Einstein College of Medicine di New York, che ha testato ceppi di Tbc e scoperto che l'esposizione a una soluzione al 6% di acido acetico uccide efficacemente la tubercolosi in soli 30 minuti, anche in caso di ceppi resistenti a quasi tutti gli antibiotici.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza