cerca CERCA
Martedì 07 Febbraio 2023
Aggiornato: 21:42
Temi caldi

Calcio

Montella: "Milan da scudetto? Freniamo l'euforia e ora testa al Genoa"

24 ottobre 2016 | 10.39
LETTURA: 3 minuti

alternate text
Vincenzo Montella (foto Afp) - AFP

"Penso che la Juve sia una squadra di marziani con dei giocatori e una guida fortissimi, sarà difficilissimo per tutti. Noi dobbiamo tenere l'equilibrio, abbiamo troppi esempi di squadre che nel girone di andata hanno chiuso avanti (l'Inter lo scorso anno ndr) e poi abbiamo visto com'è finita. L'equilibrio è importantissimo e non dobbiamo perderlo mai". Preferisce tenere i piedi per terra e continuare a lavorare il tecnico del Milan Vincenzo Montella che con il successo di sabato a San Siro contro i bianconeri ha portato la sua squadra in seconda posizione in classifica a 2 punti dalla vetta.

"Dobbiamo frenare un po' l'euforia e pensare solo alla prossima partita, poi ci sarà tempo per migliorare la squadra -prosegue l'Aeroplanino ospite di 'Radio anch'io Sport' su Rai RadioUno-. E' presto per dire se quella di sabato è stata una partita spartiacque, è stata una bella vittoria dopo un po' di sofferenza, ma non dobbiamo porci tante domande".

"Un allenatore ha bisogno di obiettivi, deve pensare in grande ma restando coi piedi per terra -prosegue il tecnico campano rispondendo a chi parla di Milan da scudetto-. Domai sarà una gara particolarmente difficile perché incontriamo un avversario come il Genoa che fa dell'agonismo una delle sue armi migliori".

L'allenatore del Milan ringrazia poi la società per il supporto che gli ha fin qui dimostrato. "Fin dai primi giorni c'era un'aria positiva, ho avuto sempre credito e questo mi ha aiutato, ho trovato un ambiente che ha voglia di rinascere e una società presente che mi ha assecondato nelle mie esigenze".

"La squadra giovane è un progetto che parte da lontano, un'idea di Berlusconi messa in atto da Galliani. C'è un progetto alle spalle, complimenti al settore giovanile del Milan -prosegue Montella che sull'agonismo mostrato dai suoi con la Juve aggiunge-. Per contrastare la Juve serve una dose di agonismo di alto livello che non deve però sfociare nella correttezza, il Milan è rimasto nei limiti. Per fare una partita di alto livello devi avere convinzioni e sicurezze che questi ragazzi stanno acquisendo piano piano".

E sul gol non convalidato a Pjanic per fuorigioco di Bonucci spiega: "Nel momento in cui parte Benatia Donnarumma stava andando sulla palla poi ha interrotto la corsa, infine è intervenuto Bonucci: credo che anche se la palla era lontana dal portiere nel momento in cui ha interrotto la corsa il fuorigioco sia diventato influente". Infine una battuta sulla campagna acquisti di gennaio: "Non lo so, vedremo. Capisco la curiosità ma in questo momento è molto più importante l'attualità del momento", conclude Montella.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza