cerca CERCA
Lunedì 27 Settembre 2021
Aggiornato: 22:13
Temi caldi

Nanga Parbat

Nardi e Ballard dispersi, maltempo complica tutto

02 marzo 2019 | 10.11
LETTURA: 2 minuti

Contatti con il campo base e il governo pakistano per decidere come procedere nelle ricerche

alternate text
Immagine d'archivio (FOTOGRAMMA /IPA)

"Le previsioni meteo sulla zona del Nanga Parbat e del K2 prevedono precipitazioni nevose e nuvole a bassa quota con venti sostenuti per tutta la giornata", per questo "siamo in contatto sia con gli alpinisti al campo base che con il governo pakistano per decidere come procedere" nelle prossime 48 ore con le ricerche di Daniele Nardi e Tom Ballard. Questo l'aggiornamento dello staff dell'alpinista italiano scomparso con l'inglese sul Nanga Parbat da 6 giorni.

"In queste ore di particolare apprensione vogliamo ringraziare le istituzioni del governo italiano, in particolare l'ambasciatore Pontecorvo, e quelle pachistane, nonché il centro di Askari, che stanno lavorando insieme per garantire il miglior funzionamento delle operazioni di ricerca di Daniele e Tom. Un particolare ringraziamento - conclude lo staff di Nardi - va ad Ali Sadpara e al team al campo base".
"I piloti, con i permessi di volo approvati, sono in stand by dalle 5:30 di questa mattina ore pakistane poiché le condizioni meteo: neve, nuvole e scarsa visibilità non permettono agli elicotteri di alzarsi in volo. Rimaniamo fiduciosi che le operazioni possano riprendere al più presto", spiega ancora lo staff in una seconda comunicazione di questa mattina.

"Le condizioni meteorologiche oggi non consentono l'operazione di ricerca e salvataggio prevista per Daniele Nardi e Tom Ballard", ha ribadito su Twitter l'ambasciatore italiano in Pakistan, Stefano Pontecorvo. "Le condizioni di domani mattina dovrebbero essere migliori e riproveranno. Ho parlato con Alex Txikon sempre estremamente utile", ha aggiunto l'ambasciatore.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza