cerca CERCA
Martedì 28 Giugno 2022
Aggiornato: 18:21
Temi caldi

Omicidio Noventa, Isabella strangolata e gettata nel fiume per gelosia

17 febbraio 2016 | 13.33
LETTURA: 3 minuti

alternate text

Hanno passato la notte in carcere i tre accusati per la morte di Isabella Noventa, la segretaria 55enne di Albignasego scomparsa la notte del 15 gennaio scorso. Freddy Sorgato, il presunto autore del delitto, nella Casa circondariale Due Palazzi di Padova, la sorella Debora e l'amica Manuela Cacco, fidanzata di Sorgato, a Verona. Per i tre esistono 'gravi indizi di reato', anche se al momento non hanno confessato.

Secondo una prima ricostruzione dei fatti, Freddy non sopportava che la 55enne di Albignasego potesse avere relazioni con altri uomini: al culmine di una furiosa lite nella sua casa, la sera del 15 gennaio, dopo aver cenato in pizzeria, l'avrebbe strangolata. Poi l'uomo ne avrebbe occultato il corpo gettandolo nelle acque del Brenta. Il cadavere dell’impiegata infatti non è ancora stato trovato e oggi all’alba sono riprese le ricerche nei corsi d'acqua e nei casolari della zona.

Un omicidio per gelosia, quindi. Poi la messinscena per depistare ideata e organizzata da tre attori, con l'amica Manuela che indossando il giubbino bianco di Isabella avrebbe percorso Piazza Insurrezione sotto le telecamere, appunto per far credere che Isabella fosse viva e fosse sparita di sua volontà.

Ma gli investigatori della squadra mobile di Padova già lo sanno: quella vista dalle telecamere di Piazza Insurrezione non è Isabella. E poi le scarpe indossate non sono di Isabella. E nemmeno la postura corrisponde. Di più: le immagini in mano agli inquirenti non sono quelle divulgate dalla stampa.

La svolta nelle indagini sulla segretaria scomparsa sarebbe stata data da una intercettazione: i tre protagonisti della tragica vicenda, infatti, erano intercettati da settimane. È un dialogo fra due di loro a far capire che forse si è più vicini ad una tragica verità. C’è una frase che uno dei tre si lascia scappare al telefono. E che fa riferimento al fatto "di averla combinata grossa, stavolta".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza