cerca CERCA
Martedì 05 Luglio 2022
Aggiornato: 11:12
Temi caldi

Niente stadio per cinquemila ultras. Al via l'operazione 'Campo praticabile'

30 agosto 2014 | 13.47
LETTURA: 3 minuti

Per chi tentasse di aggirare la norma scatterà l'arresto. Alfano: "Si aprono gli stadi alle famiglie". Oltre quattromila operatori delle forze dell'ordine sono pronti a scendere in campo per la sicurezza già da questo weekend calcistico

alternate text
(foto Infophoto)

Parte l'operazione 'Campo praticabile', un complesso di strategie messe a punto per il Campionato di calcio. Le iniziative, mirate alla sicurezza negli stadi, sono state presentate nel corso del vertice tenuto dal ministro dell'Interno, Angelino Alfano, con il capo della Polizia e i responsabili della Task Force e dell'Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive.

Oltre quattromila operatori delle forze dell'ordine sono pronti a scendere in campo - già da questo weekend calcistico - con l'obiettivo di garantire la sicurezza degli oltre 12.000.000 spettatori che sono attesi negli stadi del calcio professionistico per l'intera stagione.

Saranno quasi 200.000 gli operatori delle forze dell'ordine che si prevede di impiegare nel corso del campionato, tra i quali ben 100.000 appartenenti ai Reparti inquadrati delle forze dell'ordine, che verranno movimentati su tutto il territorio nazionale per consentire alle Autorità di Pubblica Sicurezza delle singole province di fare svolgere, nelle migliori condizioni, le gare in programma.

L'Osservatorio ha individuato tre incontri di massimo rischio: uno di serie A (Atalanta - Verona Hellas), uno di serie B (Perugia - Bologna) e uno del mondo dilettantistico (Agropoli - Cavese). Sono però 55 le partite che il centro nazionale di informazione per le manifestazioni sportive - Cnims del Dipartimento della Pubblica Sicurezza - terrà sotto osservazione dagli Uffici del Viminale, in stretto raccordo con i Questori delle Province interessate. Non solo il calcio professionistico, ma anche cinque gare dilettantistiche, delle migliaia in programma, richiedono un impiego significativo di forze di Polizia.

Con le nuove regole previste da 'campo praticabile' per la sicurezza negli stadi, oltre cinquemila persone non potranno acquistare i biglietti per gli incontri di calcio in quanto sottoposte a Daspo e quindi riconosciute come ''indesiderate'' da tutte le biglietterie che, attraverso uno specifico sistema informatico, sono interfacciate in tempo reale con la banca dati delle forze di polizia. Per chi tentasse di aggirare la norma scatterà l'arresto.

Con la pubblicazione del Decreto Legge varato dal governo l'8 agosto scorso per un più efficace contrasto della violenza negli stadi, le forze di Polizia potranno fare ricorso a nuovi strumenti che vanno dal Daspo di gruppo, alla sorveglianza speciale per gli autori di disordini, all'ampliamento della durata del Daspo per i recidivi sino a otto anni, all'arresto differito in caso di comportamenti razzisti.

"'Campo praticabile' nasce per dare un calcio alla violenza e aprire gli stadi alla gente, agli appassionati, agli sportivi, alle famiglie" ha detto il ministro Alfano presentando le iniziative.

"Sono convinto - ha proseguito il ministro - che tutti i tifosi sapranno cogliere le nuove opportunità, facendo squadra con le forze dell'ordine per bandire dal calcio ogni forma di violenza o discriminazione. Il campo di calcio è il palcoscenico dello sport e non un campo di battaglia. Mi aspetto che i tifosi bandiscano ogni eccesso, di cui qualche segnale negativo si è manifestato nella fase di preparazione al campionato".

"Gli incidenti della scorsa stagione, infatti, non dovranno assolutamente accadere - ha sottolineato Alfano - altrimenti scatteranno le misure di rigore che il governo ha rafforzato durante la pausa estiva".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza