cerca CERCA
Venerdì 03 Dicembre 2021
Aggiornato: 21:01
Temi caldi

Partiti: Lombardi (M5S), non saremo complici di nuove ruberie

20 febbraio 2014 | 14.03
LETTURA: 2 minuti

"Vi lasciamo soli a prendervi la responsabilità di mentire nuovamente e derubare gli italiani. Non prima però di esserci congratulati con il presidente del Consiglio incaricato che ha detto già la sua prima bugia in Parlamento. Cito testualmente: 'se sarà abolito il finanziamento pubblico dei partiti sarà una vittoria dell'Italia e non una mia vittoria'. Benvenuto, signor Renzi". E' la conclusione dell'intervento pronunciato in aula alla Camera dalla deputata M5S, Roberta Lombardi, nella dichiarazione di voto contrario sulla legge per il finanziamento dei partiti.

Due miliardi e mezzo, ha ricordato Lombardi, "tanto sono, costati secondo i dati della Corte dei Conti fermi al 2008, i partiti agli italiani. Quanti cose si sarebbero potute fare con tutti i soldi che i partiti hanno dissipato in questi anni?". Anzichè allargare la partecipazione, dove sono finiti? "I soldi che con sacrificio e fatica i cittadini versano nelle casse dello Stato, sono stati usati da questa classe politica sorda e corrotta, per comprare case, diamanti, lauree se non mutande verdi, 30 pecore e un vitello, mazze da golf, un campanaccio, finimenti equini, una caldaia, un congelatore, una tv e chi più ne ha più ne metta".

"Questa -ha proseguito la deputata M5S- è la rappresentazione di un Paese lacerato: da una parte il mondo reale, dall'altra il palcoscenico dei peggiori vizi dell'essere umano. Ricordiamo a tutti quelli seduti su questi scranni che là fuori c'è un mondo, fatto di gente vera con problemi veri e che forse sarebbe stato utile dare loro un segnale che la politica non è a una distanza siderale dai loro problemi. Se le persone normali li fuori riacquistassero fiducia nei partiti -ha concluso- forse verserebbero con piacere i loro soldi ai partiti per costruire un mondo migliore".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza