cerca CERCA
Domenica 17 Ottobre 2021
Aggiornato: 12:52
Temi caldi

Pd, la cena a 4 si farà

17 settembre 2018 | 12.32
LETTURA: 4 minuti

alternate text
(Foto Fotogramma)

La cena a quattro tra big del Pd a casa Calenda si farà. La conferma arriva, ancora una volta via Twitter, dall'artefice dell'invito il quale conferma che Matteo Renzi, Marco Minniti e Paolo Gentiloni hanno quindi accettato di sedersi a un tavolo tutti insieme per cercare di risolvere la crisi del partito e studiare le prossime mosse. "Ma la data è stata spostata, e per evitare l’ennesimo tormentone sul PD rimane riservata - scrive su Twitter l'ex ministro dello Sviluppo economico - Sono molto contento è un gesto di responsabilità di tutti i partecipanti. Bene così. Ottima notizia".

L'invito di Calenda è arrivato dopo le polemiche degli ultimi giorni e la proposta choc di Matteo Orfini di sciogliere e rifondare il Pd. "Il congresso si farà” ha replicato secco Maurizio Martina annunciando che il prossimo gennaio intanto ci saranno le primarie. "Più che discutere di rinvii del congresso noi dobbiamo lavorare. Altro che scioglimento del Pd, altro che rinvio del congresso, dobbiamo fare tutti insieme un passo in avanti per costruire il nostro futuro nel segno della giustizia sociale e della solidarietà", ha affermato il segretario del Pd da Genova. "Il nostro percorso che è già avviato - ha aggiunto Martina - vedrà nei prossimi passi la manifestazione del 30 settembre in piazza del Popolo a Roma, a fine ottobre il forum per l'Italia a Milano e le primarie il prossimo gennaio".

La contro-cena di Zingaretti - Dopo l'annuncio del confronto a 4, arriva la contromossa di Nicola Zingaretti. "Organizzo una cena in trattoria con un operaio, uno studente, un professore e un imprenditore", scrive su Facebook. "Ieri Paolo Gentiloni - aggiunge il presidente della Regione Lazio - ha detto cose sagge sul tema del nostro modo di discutere per mettere al centro il Congresso e la partecipazione. Le condivido in pieno, anche questa volta. Proprio per questo, per un Congresso diverso, aperto e partecipato, insieme a tanti incontri che sto facendo in tutta Italia, la prossima settimana ho organizzato in trattoria una cena con un imprenditore del Mezzogiorno di una piccola azienda, un operaio, un amministratore impegnato nella legalità, un membro di un'associazione in prima fila sulla solidarietà, un giovane professionista a capo di un'azienda Start Up, una studentessa ed un professore di Liceo". "A tutti loro voglio chiedere: che dobbiamo fare secondo voi? Dove abbiamo sbagliato? Come riprendere a lottare e vincere? Perché la nostra storia ricomincia così: ascoltando le persone. Ps. Ci vediamo tutte e tutti il prossimo 13 e 14 ottobre a Roma, all'Ex Dogana, per Piazza Grande", conclude.

A proposito della cena organizzata da Zingaretti, Calenda scrive su Twitter: "Non credo. Anzi lo escludo. @nzingaretti è persona troppo intelligente per 'rispondere' così a un incontro tra quattro persone che peraltro non è fatto contro nessuno ma solo per confrontarsi tra ex colleghi di governo. Evitiamo - conclude Calenda - interpretazioni che non reggono".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza