cerca CERCA
Sabato 31 Luglio 2021
Aggiornato: 21:23
Temi caldi

Petrolio sfonda i 60 dollari al barile

16 settembre 2019 | 17.10
LETTURA: 2 minuti

Prezzi in crescita dopo l'attacco di sabato a due maxi impianti petroliferi dell'Arabia Saudita

alternate text
(AFP)

Il prezzo del greggio americano sale a 60 dollari al barile dopo l'attacco di sabato a due maxi impianti petroliferi dell'Arabia Saudita e l'escalation che ne è seguita tra Usa e Iran. All'avvio degli scambi al Nymex il prezzo resta stabile intorno ai 60 dollari, in crescita di circa 5,5 dollari dall'ultima chiusura (54,85 dollari al barile) con picchi fino ai 64 dollari durante gli scambi della seduta asiatica.

L'ultima volta che i prezzi del Wti hanno superato i 60 dollari al barile è stato a inizio luglio. Anche il Brent cresce di circa il 10% rispetto all'ultima chiusura degli scambi e si muove intorno ai 66,5 dollari al barile. La produzione di petrolio dell'Arabia Saudita è stata dimezzata, con un taglio di 5,7 milioni di barili al giorno dopo l'attacco ai due impianti, di proprietà della compagnia statale Aramco.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza