cerca CERCA
Sabato 27 Febbraio 2021
Aggiornato: 11:01
Temi caldi

Pompei, Zuchtriegel nuovo direttore del Parco archeologico

20 febbraio 2021 | 11.51
LETTURA: 2 minuti

Archeologo tedesco, 39 anni, scelto dal ministro della Cultura Franceschini. Osanna: "Fatto moltissimo ma c’è ancora molto da fare"

alternate text
(Fotogramma)
(Adnkronos)

A rcheologo tedesco di 39 anni, Gabriel Zuchtriegel è il nuovo direttore del Parco archeologico di Pompei. Lo annuncia il ministro della cultura Dario Franceschini, che ha scelto il suo nome nella terna indicatagli dalla commissione di concorso presieduta da Marta Cartabia “quando era presidente della Corte Costituzionale, non ancora ministro”.

Zuchtriegel guida dal 2015 il Parco archeologico di Paestum. A Pompei ha già lavorato nella squadra dell'ex direttore Massimo Osanna, attualmente direttore generale Musei del Mibact.

“Auguri a Zuchtriegel che ha mostrato a Paestum di saper fare bene", arrivano dall’ex direttore del Parco Archeologico di Pompei e direttore generale Musei del Mibact, Massimo Osanna. "A Pompei serve una persona che si dedichi con passione e professionalità e lui ha uncurriculum eccellente anche dal punto di vista scientifico ed è un archeologo che conosce il territorio, cosa estremamente importante per Pompei”. Osanna ha ricordato che Pompei “è un luogo dove è stato fatto moltissimo ma c’è ancora molto da fare. È un luogo dove non bisogna mai abbassare la guardia”.

“Bisogna continuare con la manutenzione programmata - ha aggiunto - e tutte le politiche di inclusione che adesso sono fondamentali. Anni di grande attività in trincea per la salvezza di Pompei. Adesso va affrontato il tema dei risvolti sociali sul territorio e del suo coinvolgimento in maniera più significativa laddove la risposta internazionale c’è e ci sarà sempre. Bisogna lavorare anche per un turismo sostenibile che valorizzi i siti minori di Pompei, meno noti ma altrettanto belli. Infine - conclude Osanna - con il mio mandato si chiude il Grande Progetto Pompei. Proprio ieri si è riunita la Corte dei Conti che aveva fatto un’indagine amministrativa e la relazione corposissima plaude all’iniziativa dicendo che si avviato un modello virtuoso di gestione. Questo per noi è motivo di grande orgoglio”.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
L´ informazione continua con la newsletter

Vuoi restare informato? Iscriviti a e-news, la newsletter di Adnkronos inviata ogni giorno, dal lunedì al venerdì, con le più importanti notizie della giornata

Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza