cerca CERCA
Mercoledì 08 Dicembre 2021
Aggiornato: 05:45
Temi caldi

Quota 100, in pensione da febbraio

16 ottobre 2018 | 09.28
LETTURA: 2 minuti

alternate text
(Fotogramma) - FOTOGRAMMA

Scatterà a febbraio la famigerata 'quota 100', il cavallo di battaglia della Lega approvato ieri dal Cdm nella legge di Bilancio, che consente il pensionamento a 62 anni di età e con 38 anni di contributi. L'obiettivo finale, per il Carroccio, resta lo "smontaggio" totale della riforma Fornero. Poi lo step successivo sarà l'introduzione di 'quota 41', che prevede l'uscita con il requisito contributivo di 41 anni di età al posto dei 43 attuali previsti per i lavoratori uomini che hanno iniziato a lavorare precocemente.

Quota 100, che corrisponde alla somma dell'età anagrafica e di quella contributiva, partirà quindi a febbraio. L'uscita dal lavoro avverrà tramite 4 'finestre di uscita' l'anno. Si tratta del periodo che va dalla maturazione del diritto alla pensione all'effettiva uscita dal lavoro.

Per le donne, si proroga 'Opzione Donna', che permette alle lavoratrici con 58 anni, se dipendenti, o 59 anni, se autonome, e 35 anni di contributi, di andare in pensione. Alla riforma previdenziale saranno destinati tra i 7 e gli 8 miliardi nel primo anno.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza