cerca CERCA
Lunedì 16 Maggio 2022
Aggiornato: 14:41
Temi caldi

'Rimborsopoli', assolto Cota. Dieci condanne per le spese pazze in Piemonte

07 ottobre 2016 | 10.00
LETTURA: 2 minuti

alternate text
(Fotogramma)

L'ex governatore Roberto Cota è stato assolto "perché il fatto non sussiste" nel processo 'rimborsopoli' sulle spese pazze della Regione Piemonte che vedeva imputate 25 persone, 24 consiglieri regionali e una dipendente di un gruppo consiliare.

Per Cota i pm avevano chiesto 2 anni e 4 mesi. Il processo si è chiuso con 10 condanne e 15 assoluzioni. Le pene che erano state chieste dalla procura, a vario titolo per i diversi imputati, andavano da 16 mesi a 4 anni e 4 mesi.

Insieme a Cota sono stati assolti, tutti perché il fatto non sussiste, altri 13 consiglieri regionali e una dipendente di un gruppo. Altri dieci ex consiglieri piemontesi sono stati invece condannati a pene comprese tra i 4 mesi e i 3 anni e 10 mesi.

"Sono contento, fino dall'inizio sapevo di essere innocente, è giusto avere fiducia e questa sentenza dimostra che una parte del sistema funziona" ha commentato Cota.

"Molto soddisfatto" Guido Carlo Alleva, uno dei legali del'ex governatore. "E' una sentenza accurata, dettagliata e molto meditata - ha sottolineato - che fa giustizia non solo dal punto di vista dei fatti contestati ma anche dal punto di vista giuridico e, in un certo senso, anche mediatico".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza