Peperoncini salva-linea, fanno sentire sazi e così si mangia meno

MEDICINA
Peperoncini salva-linea, fanno sentire sazi e così si mangia meno

Peperoncini salva linea. Per la tradizione popolare è un potente brucia-grassi, ma ora la scienza dice che effettivamente può aiutare a dimagrire regalando una sensazione di sazietà, che blocca l'impulso a mangiucchiare continuamente. Ecco perché si finisce per perdere peso. Secondo la ricerca australiana la capsaicina, composto che rende piccanti i peperoncini, stimola un recettore che spinge lo stomaco a segnalare al cervello che è pieno di cibo.


Lo studio dimostra che questo meccanismo può bloccare l'obesità legata a una dieta ricca di grassi. "Lo stomaco si allunga quando è pieno, cosa che attiva il sistema di segnalazione per dire al cervello che abbiamo assunto abbastanza cibo - spiega Amanda Page dell'University of Adelaide, autrice della ricerca pubblicata su 'Plos One' - Noi abbiamo scoperto che questa attivazione è regolata attraverso" la sostanza che rende piccante il peperoncino. Spegnendo i recettori Trpv1 coinvolti, lo stomaco invece non si sente pieno, il segnale non parte e si continua a mangiare. E proprio una dieta ricca di grassi contribuisce a 'spegnere' i recettori chiave. Ma lo studio ha dimostrato che mangiando peperoncino si può ridurre l'assunzione di cibo, perché in questo modo lo stomaco è spinto a inviare il segnale di sazietà. Per i ricercatori, riferisce il 'Daily Mail', lo studio potrebbe aprire la strada allo sviluppo di nuove terapie per l'obesità.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.