Cerca

Calciatori più a rischio demenza, colpi di testa sotto accusa

Studio su 7676 ex calciatori professionisti scozzesi

MEDICINA
Calciatori più a rischio demenza, colpi di testa sotto accusa

Craig Mercer/Sportimage via PA Images (Craig Mercer / IPA/Fotogramma, London - 2019-01-19)

Stefano Borgonovo, Gianluca Signorini e Piergiorgio Corno: sono alcuni dei nomi di calciatori italiani vittime di malattie neurodegenerative come la Sla. Ora uno studio condotto su 7676 ex-calciatori professionisti scozzesi, pubblicato sul 'New England Journal of Medicine', mette sotto accusa i ripetuti colpi di testa. Secondo i ricercatori dell'università di Glasgow tra i calciatori professionisti "c'è una mortalità più bassa rispetto alla popolazione generale per cause non neurologiche, ma più alta per le malattie neurodegenerative, e un rischio più elevato di sviluppare demenza o Alzheimer".


Sotto accusa, evidenzia lo studio, "l'alta quantità totale degli impatti del pallone con la testa accumulati in carriera". Lo studio, finanziato dalla Federazione calcistica inglese (Fa) e dalla Professional Footballers’ Association, è una ricerca di coorte retrospettiva che ha confrontato la mortalità per malattie neurodegenerative di 7.676 ex calciatori professionisti (identificati da banche dati di giocatori scozzesi) con quella di 23.028 soggetti non atleti.

Ebbene, "la mortalità per le patologie neurodegenerative era più elevata tra gli ex calciatori scozzesi professionisti rispetto al gruppo di confronto - evidenzia lo studio - Inoltre gli ex calciatori avevano ricevuto un maggior numero di prescrizioni per i farmaci contro la demenza rispetto al gruppo di controllo".

Un calciatore colpisce la palla con la testa in media 6-12 volte solo in una partita, ma vanno aggiunti gli allenamenti, il che significa migliaia di volte nell'arco della carriera. I ricercatori però evidenziano che questo tipo di osservazioni "devono essere confermate da studi prospettici di coorte eseguiti nel corso del tempo".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.