cerca CERCA
Venerdì 14 Maggio 2021
Aggiornato: 09:24
Temi caldi

"Senza mascherina solo a casa con mia moglie", così Fauci 'combatte' il covid

01 settembre 2020 | 15.16
LETTURA: 3 minuti

Il consulente della Casa Bianca racconta la sua routine quotidiana tra pulizie domestiche, acquisti, inviti e sport

alternate text
(Afp)

Come si difende da Covid-19 uno scienziato del calibro di Anthony Fauci? A indagare sulla vita quotidiana del virologo a capo della task force della Casa Bianca è il 'Washington Post', che ha chiesto al direttore del National Institute of Allergy and Infectious Diseases (Niaid) e ad altri 5 specialisti americani come gestiscono l'emergenza Covid-19 nella vita di tutti i giorni. Così scopriamo che Fauci non indossa la mascherina soltanto "quando sono solo, quando sono a casa con mia moglie, o quando parlo in pubblico e posso rispettare una distanza di almeno 6 piedi (quasi 2 metri) tra me e le persone che ascoltano".

Quanto all'ingresso di estranei in casa, "l'unica persona ammessa oltre a me e a mia moglie Christine è la signora che pulisce la casa ogni 2 settimane. Indossa la mascherina e i guanti per tutto il tempo". Per gli acquisti, il virologo confida di andare fisicamente al supermercato, "ma - dice - indosso la mascherina e rispetto il distanziamento".

L'esperto fa acquisti non negli orari di punta, "anche perché passo mezza giornata in ufficio e sono part-time alla Casa Bianca. Nel tardo pomeriggio o in serata, quando ho finito con la Casa Bianca, vado a fare le mie compere. Non disinfetto i sacchetti, ma in generale, quando tolgo gli acquisti dai sacchetti, poi mi lavoro le mani con acqua e sapone".

Quanto alle uscite al ristorante, "non mangio al ristorante. Ordino a portar via". "Nelle rare occasioni in cui abbiamo delle persone ospiti, rispettiamo il distanziamento e noi non invitiamo mai più di due persone, che a loro volta non escono di casa" e fanno una vita ritirata.

"Indossiamo mascherine sempre, a meno che non stiamo mangiando. Non condividiamo nulla. Non ci sono ciotole comuni. Prendiamo sempre cibo da asporto e chiedo quattro contenitori di plastica separati, così nessuno deve toccare il cibo di qualcun altro. Inoltre, stiamo sempre fuori. Non facciamo niente al chiuso. Se fa troppo caldo o piove, annulliamo l'invito".

Covid ha influito anche su abitudini personali di Fauci, come ad esempio gli appuntamenti dal parrucchiere. "In genere mi taglio i capelli ogni 5 settimane, ma non l'ho fatto per molto tempo e all'11esima settimana l'aspetto era orribile. Così ho chiesto alla parrucchiera se potevo andare alle 7 del mattino e ci siamo organizzati in questo modo: non c'era nessun altro ed entrambi indossavamo la mascherina". Quanto agli spostamenti, "ho 79 anni. Non salgo su un aereo". In passato "sono stato su voli in cui mi sono seduto vicino a persone che starnutivano e tossivano, e poi tre giorni dopo mi sono ammalato. Quindi, nessuna possibilità. Niente metropolitana, niente trasporto pubblico. Sono in un gruppo ad alto rischio e non voglio rischiare", sottolinea.

Sulle visite dei familiari, il virologo racconta di aver messo in quarantena la figlia, insegnante a New Orleans, per 14 giorni prima di poterla abbracciare. "Avrei voluto stringerla quando è arrivata", confida, "ma lei mi ha detto di no".

Quanto allo sport, "non andrei in palestra. Devo stare così attento. Non voglio rischiare. Ho una piscina a casa, quindi nuoto lì e faccio power-walking con Chris. Fino a circa un anno fa correvo, ma ogni volta che correvo la mia schiena ne risentiva", racconta. Infine in tempi di Covid "niente strette di mano, abbracci o baci" per un po', "almeno fino a quando non ci sarà un vaccino" o "il tasso di infezione non sarà estremamente basso o inesistente", conclude Fauci.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza