cerca CERCA
Venerdì 22 Ottobre 2021
Aggiornato: 17:31
Temi caldi

Sicurezza stradale: oltre 600 ragazzi a Bari per campagna '#Guardavanti'

26 febbraio 2016 | 09.47
LETTURA: 4 minuti

alternate text

Dopo Padova e Bologna, la campagna #Guardaavanti firmata Tim e Ducati è arrivata a Bari con il patrocinio del Comune, per sensibilizzare la città sul tema dell’uso improprio del telefonino alla guida. Protagonisti della tappa sono stati gli oltre 600 ragazzi di cinque istituti scolastici baresi che sono scesi nelle principali piazze della città per sperimentare in prima persona l’importanza dell’attenzione alla guida e allo stesso tempo coinvolgere la cittadinanza, passanti, commercianti e curiosi, con diverse azioni di comunicazione “attiva”.

Testimonial di eccezione Andrea Iannone, pilota ufficiale del team Ducati Corse in MotoGp, che grazie ai simulatori del network Aci Ready2Go, ha sfidato i ragazzi a guidare usando contemporaneamente il telefonino con l’obiettivo di fargli comprendere quanto sia fondamentale per la sicurezza non farsi distrarre. Tra le varie attività, gli studenti hanno anche osservato i baresi al volante. In un'ora di osservazione, gli studenti hanno 'pizzicato' ben 258 persone che guidavano utilizzando il telefonino. Di questi ben 146 usavano il telefonino per parlare mentre 112 erano intenti a chattare o mandare sms.

Cuore dell’evento e del messaggio di #Guardaavanti è stata Piazza del Ferrarese, dove il poeta e artista Ivan, considerato tra i riferimenti principali del movimento della poesia di strada, ha eseguito la sua performance di arte partecipata dal titolo 'Pagina Bianca'. Ivan ha steso una gigantesca superficie bianca al centro della piazza e insieme ai ragazzi delle scuole, ad Andrea Iannone e ai baresi tutti, 'armato' di pennello e vernici, ha liberato tutta la creatività traducendola in pensieri, simboli e sentimenti, sull’importanza del guardare avanti alla guida.

L’opera creata rimane come monito alla città: il telo è stato diviso in più parti firmati dall’artista e donati ai ragazzi e al Comune di Bari. Una parte importante dell’opera è stata infine donata alla Fondazione Ciao Vinny Onlus e verrà destinata ad una delle aste benefiche della fondazione impegnata dal 2002 sul territorio in azioni di informazione e sensibilizzazione sul tema della sicurezza stradale. All’evento ha partecipato anche il team di Instagramers Bari, già parte del gruppo Igersitalia, oggi Associazione Nazionale, che ha proposto uno storytelling fotografico, in real time e completamente social, delle attività svolte dai ragazzi e dell’iniziativa nel suo complesso. In piazza c’erano anche personaggi del mondo politico, sociale ed economico della città che per un giorno sono stati testimonial della campagna firmata Tim e Ducati.

'#Guardaavanti' by Tim e Ducati è la campagna di sensibilizzazione voluta dai due brand per aumentare la consapevolezza sull’utilizzo improprio del cellulare alla guida. Nella prima edizione del 2014-2015 #guardaavanti ha agito proprio sull’aumento della visibilità del messaggio, coinvolgendo 3.500 studenti nelle scuole di 20 città di Italia con il sostegno di testimonial di eccezione come Andrea Iannone, Andrea Dovizioso e Loris Capirossi e altri 85 volti noti, che hanno aderito e rilanciato il challenge #guardaavanti sui social, generando oltre 6,3 milioni di contatti in rete.

La seconda edizione punta sul protagonismo dei giovani e ha già coinvolto oltre 120mila giovani alla Milan Games Week, dove 4 webstar youtubers hanno fatto sperimentare dal vivo che anche nel videogioco l’utilizzo del cellulare mette a rischio la vita (in questo caso solo virtualmente). La campagna ha già coinvolto oltre 3.000 studenti a Padova e Bologna con attività di coinvolgimento e flash mob nelle strade della città. Dopo Bari, la campagna è attesa a Napoli e Roma.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza