Home . Soldi . Economia . Boccia: "Manovra è rinuncia a sfida per il Sud"

Boccia: "Manovra è rinuncia a sfida per il Sud"

ECONOMIA
Boccia: Manovra è rinuncia a sfida per il Sud

(Fotogramma)

"La manovra economica e il reddito di cittadinanza pensato dal governo significano rinunciare completamente alla sfida dello sviluppo del Mezzogiorno, significano dire 'non ce la faremo'. Del resto, in questa manovra non c'è alcun riferimento al Mezzogiorno, al suo sviluppo, agli investimenti al Sud. E' una manovra debole sulla crescita, distratta sul Mezzogiorno e con idee di sussistenza da offesa alla dignità della persona". Vincenzo Boccia, presidente di Confindustria, torna a criticare la manovra del governo gialloverde. E lo fa in occasione del convegno 'Più Sud, Più Italia-Magna Graecia 2018', organizzato dal gruppo parlamentare di Forza Italia alla Camera a Capaccio Paestum.

"Il Mezzogiorno - avverte Boccia in una nota diffusa da Fi - non ha votato per il reddito di cittadinanza ma per l’occupazione. Questa manovra economica è inaccettabile culturalmente. Si rischia la paralisi del Paese se non si riduce il deficit della produzione rispetto altri paesi, in particolare in riferimento alla Germania". Il numero uno degli industriali italiani non ha dubbi: ''Occorre un cambio di pensiero in Europa e in Italia superando la politica dei saldi di bilancio, creando più occupazione e produzione". Per Boccia ''serve più intervento pubblico, detassare totalmente i premi di produzione, ridurre il deficit con i tedeschi. Occorre un patto tra sindacati e Confindustria per incrementare la produttività e di conseguenza i salari, un piano di inclusione giovani e riequilibrare le risorse".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.