cerca CERCA
Venerdì 07 Ottobre 2022
Aggiornato: 15:30
Temi caldi

Sony ritira il film The Interview dopo l'attacco hacker. Usa: "Caso sicurezza nazionale"

18 dicembre 2014 | 21.19
LETTURA: 2 minuti

L'azienda era stata colpita il 24 novembre scorso portando alla diffusione di dati sensibili e mail private dei dipendenti. Poi le minacce "in stile 11 settembre 2001" hanno spinto le principali catene di cinema americani ad annullare la proiezione della pellicola

alternate text
The Interview, il poster

L'attacco di hacker che ha colpito la Sony Pictures viene trattato dagli Stati Uniti come "una questione di sicurezza nazionale". A dichiararlo è stato il portavoce della Casa Bianca, Josh Earnest, definendo l'attacco frutto di un lavoro "sofisticato". L'episodio è stato oggetto di briefing quotidiani, ha reso ancora noto il portavoce, annunciando che i responsabili stanno vagliando "la risposta più appropriata" da dare. Earnest si è però rifiutato di fare commenti sul possibile responsabile.

La Sony Pictures Entertainment ha annullato la prevista distribuzione del film The Interview, dopo che minacce "in stile 11 settembre 2001" hanno spinto le principali catene di cinema americani ad annullare la proiezione della pellicola. Il film, una commedia su un complotto della Cia per assassinare il leader nordcoreano Kim Jong-un, è stato al centro di una bufera da quando la Sony è stata colpita il 24 novembre dall'attacco informatico che ha portato alla diffusione di dati sensibili e mail private dei dipendenti della Sony, a cui si sono poi aggiunte minacce sul web di perpetrare attacchi terroristici.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza