Cerca

Kiko dona 50mila mascherine ai medici di Bergamo

Dalla multinazionale italiana di cosmetici un aiuto al territorio duramente colpito

CSR
Kiko dona 50mila mascherine ai medici di Bergamo

Cristina Scocchia

In risposta alla necessità di presidi di sicurezza adeguati per gli operatori sanitari impegnati in prima linea a fronteggiare l’emergenza Covid-19, l’azienda di cosmetici Kiko, controllata da Antonio Percassi, ha annunciato la donazione di 50.000 dispositivi di protezione individuale a favore del territorio. In particolare, 10.000 pezzi sono stati consegnati in questi giorni all’ospedale da campo di Bergamo allestito presso lo spazio Fiera, mentre 40.000 mascherine sono state devolute all’Ats Bergamo (Agenzia di Tutela della Salute) che le ridistribuirà a circa 1000 medici di famiglia e pediatri, alle Usca (unità speciali di continuità assistenziale) e alle 65 case di riposo del territorio.


“Con questo gesto abbiamo voluto contribuire alla catena della solidarietà fornendo un aiuto concreto dove c’era più urgente bisogno - commenta Cristina Scocchia, amministratore delegato di Kiko - Kiko è da sempre vicina al proprio territorio e siamo voluti scendere in campo al fianco di medici e personale sanitario che da settimane sono instancabilmente in prima linea per la lotta al Coronavirus”. A questa operazione si aggiunge, inoltre, la donazione di prodotti per la cura delle mani ad alcuni ospedali portoghesi e francesi che necessitano di creme e maschere per medici e infermieri impegnati quotidianamente nella lotta al Covid.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.