Cerca

eWaste, cresce la raccolta di Erp Italia: oltre 26mila tonnellate nel 2015

Raccolte e trattate 26.759 tonnellate di Raee e 1.308 tonnellate di Rpa

RISORSE
eWaste, cresce la raccolta di Erp Italia: oltre 26mila tonnellate nel 2015

Nel 2015 sono state raccolte e trattate oltre 26mila tonnellate di apparecchiature elettriche ed elettroniche a fine vita (+7% rispetto al 2014) e 1.308 tonnellate di pile e accumulatori portatili esausti (+12,5%), ritoccando verso l’alto anche gli indici di puntualità del servizio. A certificarlo l’Annual Report di Erp Italia.


Nel dettaglio, lo scorso anno Erp Italia ha raccolto e trattato 26.759 tonnellate di Raee. In evidenza, nella composizione dei rifiuti trattati, la crescita del 19% nella raccolta del raggruppamento R2 (lavatrici, lavastoviglie, forni a microonde ecc.) e del 27% nel raggruppamento R4 (piccoli elettrodomestici, informatica ed elettronica consumer, giocattoli elettrici ed elettronici). Le regioni italiane che hanno maggiormente contribuito al raggiungimento di questo risultato sono Lombardia, Emilia Romagna e Toscana.

Scomponendo il complessivo del raccolto Raee, si evidenzia come il 90,35% dei rifiuti è stato recuperato, il 2% è oggetto di valorizzazione e lo 0,44% è destinato al riutilizzo: ne consegue che circa il 7% viene smaltito in discarica. Le proiezioni positive di chiusura d’anno hanno trovato conferma anche nei dati relativi alla raccolta di pile e accumulatori portatili esausti (Rpa) pari a 1.308 tonnellate: un risultato che ribadisce una leadership ampiamente consolidata. La provenienza di tali materiali è da correlare, prima di tutto, ai Centri di Raccolta e a quelli di stoccaggio. Importante è anche il contributo garantito dagli impianti e dei cosidetti 'grandi utilizzatori'.

Non solo. Erp Italia è andata oltre la conformità agli standard di livello del servizio operativo stabiliti dai Centri di Coordinamento nazionali Raee e Rpa ritoccando verso l’alto gli indicatori di puntualità della raccolta. Nell’ambito dei Raee, infatti, Erp Italia è riuscita a garantire il rispetto dei tempi massimi di intervento nel 99,5% delle richieste di ritiro, mentre per le pile esauste le richieste sono state evase puntualmente nel 97,5% dei casi.

Coerente con la propria missione aziendale e con un impegno costante negli anni, anche nel 2015 Erp Italia è stata promotore e partner di numerose iniziative territoriali di sensibilizzazione ambientale e di divulgazione del riciclo consapevole dei rifiuti 'tecnologici'. Come il progetto Raee in Carcere e le iniziative didattiche sviluppate in collaborazione con Wwf Ricerche e Progetti in alcuni istituti comprensivi di Roma e dei comuni dell’Appennino Reggiano.

Inoltre, il 2015 ha visto la conferma della partnership con la Asd Maratonina Udinese e la partecipazione, in collaborazione con Hp, a Giacimenti Urbani, rassegna milanese dedicata agli stili di vita consapevoli e alla Circular Economy. "La soddisfazione per i risultati conseguiti nel 2015 è più che legittima perché va a premiare e valorizzare il lavoro di adeguamento ai requisiti richiesti dalla nuova normativa svolto negli ultimi due anni", dichiara Alberto Canni Ferrari, Country General manager di Erp Italia.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.