Cerca

Da Toyota una Papamobile a idrogeno per Papa Francesco

TENDENZE
Da Toyota una Papamobile a idrogeno per Papa Francesco

Una Papamobile a idrogeno, a impatto zero, coerentemente con l’invito di Papa Bergoglio a tutelare e rispettare l’ambiente. E’ la Toyota Mirai consegnata a Papa Francesco nei giorni scorsi e donata dalla Conferenza Episcopale Giapponese, cui erano stati regalati dalla stessa casa automobilistica giapponese. Un modello ovviamente realizzato ad hoc per le esigenze di mobilità del pontefice e che lo stesso Francesco aveva utilizzato in occasione del suo Viaggio Apostolico a novembre dello scorso anno in Giappone.


Alla consegna del veicolo, avvenuta nei pressi della Domus Sanctae Marthae, erano presenti padre Domenico Makoto Wada, in rappresentanza della Conferenza Episcopale Giapponese e Seiji Okada, Ambasciatore del Giappone presso la Santa Sede. In rappresentanza della Toyota, era presente una Delegazione composta da sei persone, guidata da Miguel Fonseca, Senior Vice President di Toyota Motor Europe, e da Mauro Caruccio, Amministratore Delegato di Toyota Motor Italia.

La vettura, rigorosamente bianca, ha una lunghezza di 5,1 metri ed un’altezza (incluso il tetto) di 2,7 metri. Mirai - parola che in giapponese significa ‘futuro’ - è la prima berlina alimentata a idrogeno prodotta in serie dal 2014. È la vettura ecologica per eccellenza: il sistema di celle a combustibile è alimentato da idrogeno ed è in grado di percorrere circa 500 Km con un pieno e la sua unica emissione è acqua.

Una vettura le cui caratteristiche ben si conciliano con la grande sensibilità di Papa Francesco rispetto ai temi ambientali che hanno ispirato nel 2015 la sua enciclica “Laudato si’ “. Un appello a salvaguardare la terra e tutto ciò che ci circonda, cambiando il nostro stile di vita per preservare la nostra "casa comune".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.