cerca CERCA
Mercoledì 12 Maggio 2021
Aggiornato: 03:45
Temi caldi

Speranza a Letta e Conte: "Scriviamo insieme una pagina nuova"

15 marzo 2021 | 16.20
LETTURA: 2 minuti

Il ministro della Salute, segretario di Articolo Uno: confronto per una nuova agenda progressista

alternate text
- (FOTOGRAMMA)

Il ministro della Salute Roberto Speranza, segretario di Articolo Uno, pronto al confronto per una nuova agenda progressista. E in un post su Facebook si rivolge al nuovo segretario del Pd, Enrico Letta, e a Giuseppe Conte per scrivere insieme - e insieme a tutti coloro che condividono questi valori - una nuova pagina per l'Italia.

"Difesa dei beni pubblici fondamentali e lotta alle diseguaglianze. Questo è il cuore del nostro contributo di idee per una nuova agenda progressista - si legge nel post, in cui pubblica il documento -. Siamo pronti al confronto con chi condivide questi valori. Invieremo le nostre proposte alle forze sociali e a chi si è mobilitato a difesa della democrazia, del lavoro e dell’ambiente. A Enrico Letta cui va il mio “in bocca al lupo” per la sua nuova sfida nel Pd, a Giuseppe Conte che sta lavorando a rilanciare il Movimento 5 Stelle e a tutti gli altri interlocutori della sinistra plurale ed ecologista. Scriviamo insieme una nuova pagina per l’Italia".

"E' il tempo di un progetto nuovo, di un progetto che riconfiguri l’area progressista e dia finalmente una casa alla sinistra plurale - si legge nel documento di Articolo Uno -. Lo diciamo all’inizio di una fase difficile, segnata – con la nascita del governo Draghi – da un oggettivo arretramento del quadro politico. La nostra scelta di sostenerlo e di farne parte è stata giusta, necessaria e inevitabile, ma è una scelta che abbiamo compiuto criticamente e che non ci deve precludere il rapporto con chi della vecchia maggioranza ha fatto scelte diverse".

"È uno strano governo, quello di Draghi: un governo che non è nato da un fallimento ma tutto al contrario, per una manovra politica, sulle ceneri di un’esperienza, quella di Conte, positiva, come dimostra il consenso significativo ottenuto nel Paese. Nelle fibrillazioni e nelle difficoltà che attraversano la fase politica e, nello specifico, le forze dell’area progressista, pensiamo sia necessario uno scatto in avanti, un salto di qualità: un progetto nuovo, caratterizzato da contenuti chiari e qualificanti".

Dunque l'appello si articola in alcuni capitoli. Ovvero 'contro le disuguaglianze' (un lavoro buono e dignitoso per tutti e tutte con diritti esigibili; un nuovo welfare universale; un fisco improntato a generalità e progressività; un buon equilibrio territoriale); 'una ripresa in chiave ecologica'; 'dare linfa al civismo'.

"L’errore più grande che potremmo compiere - mette in guardia Articolo Uno - è affrontare queste sfide e la fase che stiamo attraversando ciascuno nel piccolo recinto della propria organizzazione. Per questo proponiamo un percorso costituente condiviso con tutti coloro che sono interessati a dare una soggettività politica a una sinistra larga e plurale e a costruire un campo progressista capace di offrire una alternativa alla destra".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza