Cerca
Home . Sport .

Castan: "Roma forte e spero di giocare già nella prima giornata"

SPORT
Castan: Roma forte e spero di giocare già nella prima giornata

Il difensore della Roma, Leandro Castan (Foto Infophoto)

"Mi aspetto una squadra forte, che lotti insieme. Mi aspetto di dare una mano a tutti miei compagni, perché l’obiettivo unico è vincere trofei e dare allegria ai tifosi". Leandro Castan, dopo un anno di assenza, per un delicato intervento chirurgico alla testa per la rimozione di un cavernoma, è pronto a tornare in campo e aiutare la sua Roma. Il brasiliano ha poi ringraziato anche Alex Del Piero per il suo messaggio: "Tifiamo per te...". "Ho letto, sono molto contento di leggere queste parole e mi dà la forza di tornare più forte di prima". "Sono molto contento perché ho visto che ci sono tante persone che guardano il calcio con fair play e c'è bisogno di persone come queste. Spero di essere un esempio per tutti quanti e sono contento delle tante persone che si sono avvicinate a me, ma spero di tornare presto a fare il mio lavoro e tornare a dare fastidio ai tifosi. Grazie a Dio ho vinto questa malattia e ho avuto tante persone vicine".


Sono tante le cose che sono mancate a Castan ma una in particolare in questo anno. "Il campo di gioco, stare all’Olimpico a giocare a pallone. Dopo intervento pensavo di poter recuperare più velocemente. Invece il recupero è stato più lento, ho lasciato le vacanze per essere pronto. Oggi mi sento bene dopo aver fatto un allenamento abbastanza duro". Il difensore brasiliano spera di tornare il prima possibile ma non vuole affrettare i tempi. "Una scadenza per rientrare? Questo non lo so, sto lavorando il più possibile. Non posso dare date, non voglio dire che rientrerò alla prima o alla seconda giornata, in questo caso è più difficile. E poi non sono il mister. Spero di tornare il più velocemente possibile al mio livello. Voglio dare allegria ai miei tifosi".

Castan, Maicon e Strootman sono come tre nuovi acquisti per la Roma di Garcia. "Speriamo che noi tre possiamo fare bene, loro sono molto carichi, Strootman ha lavorato molto con me, è un grande professionista. Maicon è un campione. La stagione è lunga servirà la mano di tutti e speriamo di poter fare quest'anno quello che non abbiamo fatto lo scorso anno". Come compagno di difesa il brasiliano non ha preferenze. "In questo momento voglio lavorare bene, e voglio giocare. Se ci sono 40 partite ne voglio fare 45. Devo essere umile, non si fa tutto da soli. Voglio dare il mio contributo e aiutare la squadra a vince".

Castan è inoltre convinto che il presidente James Pallotta, il ds Walter Sabatini, e il tecnico Rudi Garcia stiano costruendo una Roma forte e competitiva. "Stanno lavorando per fare una Roma più forte. Una Roma top, il presidente lo dice sempre. L’attaccante quando arriverà dovrà fare 20 gol con tutta la pressione che c’è ora. Mi fido dei giocatori che sono qui, ma accoglieremo a braccia aperte i ragazzi che arriveranno. Si vince con il gruppo, vediamo cosa succede. L'attaccante? Dovrà fare subito 20 gol con tutta la pressione che c'è, ma non si vince da soli ma in gruppo".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.