Cerca
Home . Sport .

Imbattuto per 974 minuti, Buffon nella storia

SPORT
Imbattuto per 974 minuti, Buffon nella storia

Gianluigi Buffon (Afp)

Applausi e cori dei tifosi bianconeri all’indirizzo di Gigi Buffon, il portiere bianconero mantiene inviolata la porta della Juventus nei primi 3 minuti di gioco del derby della Mole contro il Torino superando il record di imbattibilità di 929 minuti stabilito nella stagione 1993-94 dal portiere del Milan Sebastiano Rossi. Poi, al 3' della ripresa, un rigore realizzato da Belotti interrompe il record di imbattibilità di Buffon che si ferma a 974 minuti, 45 in più del precedente primato (LA TOP TEN DEI SUPER-PORTIERI).


"Nessun record è figlio di un singolo e non si è numeri 1 fuori da un gruppo", scrive in un post su Facebook Buffon. "Due partite fa a Bergamo ho pensato si potesse tagliare questo incredibile traguardo", spiega il portiere che passa poi a elencare chi ha reso possibile questo traguardo, ovvero i compagni di squadra: "Neto per la tranquillità che dona a tutta la squadra ogni volta che scende in campo ...Rubinho, leader paziente e silenzioso ...Chiello perché #finoallafine lui non molla mai ...Caceres per l'entusiasmo che mostra anche nei momenti più difficili ...Alex Sandro perché vederlo saltare l'uomo è sempre un piacere ...Barzagli: da clonare, subito ...Bonucci, per la sua personalità a testa alta sempre al servizio della squadra ...Rugani, perché saper ascoltare è una dote rara".

E poi ancora ...Stephan (Lichtsteiner ndr), gambe e polmoni di questa Juve ...Evra, se non ci fosse bisognerebbe comprarlo ...Khedira: l'uomo giusto sempre nel posto giusto ...Marchisio, l'unico giocatore che conosco di colore bianco/nero ...Pogba, perché non vive il calcio ma lo inventa ...Hernanes, perché ogni squadra deve avere il proprio Profeta ...Lemina, semplicemente uno da Juve ...Padoin, dove lo metti sta, e sta benissimo".

L'elenco dei compagni che Buffon ringrazia pubblicamente con un post su Facebook prosegue: "Asamoah, la sua voglia di calcio è più forte di qualunque infortunio ...Sturaro, ''lotta, cade, si rialza e sempre vincerà" ...Pereyra perché la fantasia è il sale di questo sport ...Zaza, nato per segnare da qualunque posizione ...Morata, di lui c'è sempre bisogno ...Cuadrado, perché ogni volta che parte sembra dire ''prendimi se ci riesci".

E poi ancora Mandzukic "primo ad attaccare e sempre primo a difendere", e ancora Dybala "se dopo Thuram, Zidane e Pirlo il 21 è andato a lui, un motivo ci sarà" e infine "al Mister, un vincente nel tempio dei vincenti", concludendo: "Il maggior merito va a squadra e alla fase difensiva coi compagni che si fanno il mazzo aiutando il centrocampo".

Nessun record è figlio di un singolo e non si è numeri 1 fuori da un gruppo: allora voglio dire grazie a……Neto per la...

Pubblicato da Gianluigi Buffon su Domenica 20 marzo 2016



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.