cerca CERCA
Sabato 27 Novembre 2021
Aggiornato: 20:34
Temi caldi

Turismo: Ttg Incontri 2015, il viaggio è sempre più on line

05 ottobre 2015 | 14.58
LETTURA: 5 minuti

alternate text

Cresce il turismo 'on line' e rappresenta sempre più la vera forza e la sfida del futuro. La misura del turismo digitale sarà uno dei temi al centro di Ttg Incontri 2015, fra le più importanti fiere del settore, giunta alla 52ma edizione e in programma a Rimini dall'8 al 10 ottobre. Nel giorno di apertura, alle 14, nell’Area Ttg Forum, Euromonitor presenterà un'analisi nel corso di 'Travel Industry and Online Travel Global Overview'.

Per Angelo Rossini, Online Travel Analist di Euromonitor International, “il viaggio online è la forza che sta cambiando il turismo: oggi l’informazione sulla destinazione e l’acquisto dei servizi non avviene solo prima del viaggio, ma anche e soprattutto durante e da questo punto di vista non sono l’online, ma il mobile stanno rivoluzionando il modo stesso di vendere la vacanza". "Una rivoluzione - sottolinea - che ha visto quasi tutti impreparati, tranne gli Olta (online travel agencies), come Expedia e Booking.com, che offrono sempre più servizi mobile e personalizzati”.

L’Italia non è la più impreparata, anzi esistono start up e realtà innovative, ma certo il dato globale porta a individuare i problemi dell’offerta, soprattutto al Sud, un rapporto qualità prezzo non sempre competitivo e collegamenti non adeguati alla richiesta globale. “Il fenomeno della perdita di posizioni dell’Italia rispetto al turismo globale - spiega Rossini - è irreversibile. L’Europa perde quote di mercato rispetto all’Asia, che cresce. C’è per l’Italia però un buon margine di crescita, se si migliora l’offerta e si lavora su un marketing mirato”.

L’online e il mobile possono essere alleati, se si va nella giusta direzione. “I nuovi modelli di business - sostiene Rossini - arrivano dalla rivoluzione messa in atto dalle agenzie viaggi online, che hanno costretto tour operator e agenzie classiche a ripensarsi. Oggi l’ulteriore sviluppo è quello di permettere di prenotare, via mobile, servizi ed esperienze turistiche come visite guidate, ristoranti e altri servizi. Questo settore, in termini di fatturato, non è secondo a nessuno e c’è molta possibilità di crescita".

"Lo stesso vale per l’altro elemento innovatore, le compagnie aeree low cost, che hanno aperto anche al mondo dell’acquisto di altri servizi, come la colazione o il posto a bordo, direttamente, senza intermediazione, linea sulla quale si stanno orientando anche le altre compagnie”, aggiunge. “L’appuntamento riminese - conclude Rossini - è sempre di più il luogo nel quale si dialoga di turismo, si capiscono i nuovi scenari, si comprano e si vendono le vacanze, quindi è fondamentale esserci, per essere più competitivi in un mondo che cambia in maniera veloce”.

Per capire a che punto è il turismo digitale oggi in Italia, e in che modo gli operatori del settore utilizzano le nuove tecnologie per far crescere le proprie imprese e quanto sono in grado di cogliere le opportunità digitali che il mercato offre, sarà presentata anche la seconda edizione dell’Osservatorio Innovazione Digitale nel Turismo del Politecnico di Milano (venerdì 9 in Arena Ttg Next). Lo studio è realizzato in collaborazione con Ttg Italia, Agriturismo.it, Alidays, Allianz, Amadeus, Edenred, eDreams Odigeo, Hrs, Ice, Musement, Rumbo/Bravofly, Venere.com, sponsorizzato da Creativa, Posteitaliane, Sardegna.com, Sofmed e con il patrocinio di Astoi, l'Associazione italiana dei tour operator.

"Saranno numerosi i focus 2015 dell'Osservatorio - annuncia Filippo Renga, direttore dell’Osservatorio Innovazione Digitale nel Turismo del Politecnico di Milano - che verranno presentati a Rimini: ad esempio, mostreremo l'approfondimento sul livello di digitalizzazione di alcuni settori chiave della filiera turistica (come agenzie di viaggi, strutture ricettive, destinazioni e startup che operano in quest’ambito)".

"Affronteremo poi - continua - la misurazione del mercato digitale del turismo per consentire una corretta lettura dei fenomeni online (come la spesa media per gli acquisti digitali e il costo/opportunità delle intermediazioni online); approfondiremo l'analisi del comportamento del turista digitale, attraverso una survey condotta in collaborazione con Doxa, e il ruolo del digitale nel settore business travel. Tutto questo potrà aiutarci a comprendere meglio gli scenari futuri del mondo del turismo, che non potrà prescindere dalla componente digitale".

“La leadership di Ttg Incontri - commenta Paolo Audino, direttore business unit Turismo di Rimini Fiera - si sostanzia nei contenuti innovativi che pongono al fiera al centro del mercato, superando la funzione di ‘salone delle novità’. Ciò che proponiamo è frutto della relazione sistematica con i protagonisti della filiera turistica, in una logica di partnership vantaggiosa per la conoscenza e il business. L’Osservatorio debuttò nel 2014 attirando straordinario consenso e il moltiplicarsi dei prestigiosi partner testimonia la qualità del lavoro condotto”.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza