cerca CERCA
Mercoledì 17 Agosto 2022
Aggiornato: 23:44
Temi caldi

Ucraina: Poroshenko, prima notte senza feriti tra miei soldati, 'vera' tregua

12 dicembre 2014 | 13.42
LETTURA: 3 minuti

Il Paese per la prima volta senza incidenti da 7 mesi. Il presidente ucraino parla di un "reale" cessate il fuoco: "Non potete immaginare quanto questo sia importante per me"

alternate text

Il presidente ucraino Petro Poroshenko ha parlato oggi di "vero" cessate il fuoco in vigore nella parte orientale del paese nelle ultime 24 ore, per la prima volta da sette mesi a questa parte: "Non potete immaginare quanto sia importante per me. E' stata la prima notte in cui non ho avuto una perdita o un ferito tra i soldati", ha dichiarato nel corso di una visita in Australia.

La tregua con i separatisti filorussi è stata dichiarata il 9 dicembre, ma ieri un portavoce militare di Kiev aveva dato notizia dell'uccisione di tre militari e del ferimento di altri 8 nelle precedenti 24 ore. La notte appena trascorsa però non ha fatto registrare alcun incidente, ha sottolineato il presidente in un intervento al Lowy Institute di Sydney in cui ha tuttavia riconosciuto l'estrema fragilità della situazione.

Se la tregua continua a reggere "sarà un grande passo avanti verso la pace e la stabilità in Ucraina", ha aggiunto Poroshenko, deplorando tuttavia la presenza del 'premier' della Crimea Sergei Aksyonov in India ieri, in coincidenza con la visita di Putin così come ha fatto in seguito anche la portavoce del dipartimento di stato Jen Psaki. "La posizione di Nuova Delhi non aiuta, e non salva Aksyonov. E' un criminale, ha un passato criminale e anche senza dubbio, un futuro criminale", ha affermato il leader ucraino.

Ottimismo sulla tenuta del nuovo tentativo di tregua emerge anche a Mosca, dove il ministro degli esteri russo Sergei Lavrov ha sottolineato "l'apertura della possibilità della pace in Ucraina". "E' stato difficile, ma una tregua, un regime di cessate il fuoco sono stati istituiti", ha aggiunto sollecitando la ripresa del lavoro del Gruppo di contatto cui prendono parte, oltre a Russia e Ucraina, rappresentanti dei separatisti e dell'Osce.

In questo momento, ha detto Lavrov, "c'è una base su cui andare avanti in modo costruttivo" sui due temi del ripristino dell'economia della regione e l'avvio di un dialogo politico che possa infine portare a riforme costituzionali. Nel frattempo, oggi il presidente russo Putin ha presieduto una riunione del Consiglio di sicurezza dedicata all'Ucraina orientale, occasione per lui per esprimere, ha riferito il portavoce Dmitry Peskov, estrema preoccupazione per la situazione umanitaria nella regione.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza