cerca CERCA
Domenica 17 Ottobre 2021
Aggiornato: 11:23
Temi caldi

Governo, Zingaretti a Di Maio: "Un errore invocare la piazza"

06 febbraio 2020 | 09.48
LETTURA: 2 minuti

Il leader dem: "O si passa dalle parole ai fatti o il governo si indebolisce". E sui decreti sicurezza di Salvini: "Sono i decreti dell'odio"

alternate text
Foto Fotogramma

Di Maio invoca la piazza? "E' evidente che giudico questa iniziativa un errore. Invito Di Maio a guardare al futuro e casomai a dare un contributo sul come questo governo ritrova in provvedimenti da mettere in campo insieme una sua prospettiva politica". Così Nicola Zingaretti, leader del Pd, ai microfoni di 'Circo Massimo' su Radio Capital.

"Non è vero che di per sé non regge", ha detto Zingaretti parlando del governo. Questo, ha spiegato il leader dem, "è il governo che ha salvato il Paese" ma ora "dalle parole si torni a un'etica della responsabilità". O "si passa dalle parole ai fatti o il governo si indebolisce", il monito di Zingaretti .

"Anche a me sembrerebbe difficile se non impossibile pensare a nuove maggioranze. E comunque io non ci voglio pensare", ha proseguito, mentre sul tema della prescrizione "siamo per una soluzione, chiediamo a Conte di trovarla. Se non si trova, si va avanti con la nostra proposta o anche con il rinvio di un anno se si vuole salvare questo governo".

Quanto ai decreti sicurezza di Salvini "sono i decreti dell'odio, non hanno prodotto nulla in termini di sicurezza" e auspico che "in fretta il governo volti pagina su questo".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza