cerca CERCA
Lunedì 05 Dicembre 2022
Aggiornato: 19:45
Temi caldi

Al via BioQed, progetto europeo per lo sviluppo di biochemicals da rinnovabili

27 febbraio 2014 | 12.39
LETTURA: 2 minuti

alternate text

Aprire nuove strade industriali per la produzione di importanti chemicals ottenuti da fonti rinnovabili anziché dalle tradizionali fonti petrolchimiche. E' questo, in sintesi, lo scopo del progetto Bio-Qed, finanziato dall'Unione Europea all'interno del VII Programma Quadro e che coinvolge 10 partner provenienti da 6 Paesi europei (Italia, Germania, Francia, Paesi Bassi, Croazia, Spagna). Il progetto, che avrà la durata di 4 anni, è partito ufficialmente il primo gennaio. Il 25 febbraio scorso Novamont ha ospitato la riunione inaugurale dell'iniziativa alla quale hanno partecipato tutti i partner: Fraunhofer Institut, Nova Insitut, Cargill, Lubrizol, Rina, Tno, Miplast, Patentopolis e Mater-Biotech.

BioQed si inserisce perfettamente all'interno della strategia Ue sulla Bioeconomia, che ha lo scopo di indirizzare il sistema economico europeo verso un più ampio e sostenibile uso delle risorse, conciliando le esigenze dell'agricoltura e della sicurezza alimentare con l'uso sostenibile delle fonti rinnovabili per fini industriali.

''Questo progetto riveste un'importanza strategica per la ricerca Novamont che ha accumulato una significativa esperienza nell'integrazione di processi chimici e biotecnologici per la trasformazione di biomasse attraverso lo sviluppo di tecnologie proprietarie e ci darà modo di consolidare ulteriormente le nostre relazioni con i protagonisti della Bioeconomia a livello internazionale'', ha commentato Luigi Capuzzi, direttore della ricerca di Novamont.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza