cerca CERCA
Giovedì 29 Settembre 2022
Aggiornato: 03:01
Temi caldi

Iniziativa supportata dalla Fondazione Telecom Italia

Al via la nuova piattaforma web dell'appennino Lucano e della Sila

07 maggio 2014 | 18.02
LETTURA: 3 minuti

alternate text

Promuovere e migliorare l'offerta turistica dei Parchi. Con questo obiettivo è nato il progetto "In Vacanza nei Parchi" finanziato da Fondazione Telecom Italia nell'ambito del proprio bando del 2011 ''I parchi e le aree marine protette un patrimonio unico dell'Italia'' e promosso dalla partnership costituita da Parco Nazionale dell'Appennino Lucano Val d'Agri-Lagonegrese (Basilicata), Parco Nazionale della Sila (Calabria) e Legambiente Basilicata onlus.

L'iniziativa, progettata da Ised Ingegneria dei Sistemi S.p.A., ha previsto la realizzazione di un portale www.invacanzaneiparchi.it che consente ai visitatori, anche attraverso strumenti informatici, di "auto-costruirsi" la propria vacanza nei Parchi attraverso pochi click e un unico pagamento (che può essere comprensivo di alloggio, attività varie, escursioni, ecc..). Tre sono le lingue disponibili: italiano, inglese e tedesco; il portale è ottimizzato per pc, tablet e smartphone.

La rete Ntl (Network turistico locale), riunisce operatori, strutture, imprese e fornitori di servizi di interesse turistico situati nelle due aree protette rispondenti a criteri di eco-sostenibilità e qualità dell'offerta, e che saranno inseriti nel portale on-line (già presenti 37 per il Parco Appennino Lucano e 13 per il Parco della Sila). Si può navigare per area di interesse o per luoghi, grazie alla georeferenziazione di ogni bene descritto. Una terza opzione, ''parco accessibile'', racchiude quelle ''esperienze'' per persone diversamente abili.

Secondo il presidente del Parco Appennino Lucano Domenico Totaro "l'elaborazione del Network turistico locale si pone come ausilio agli operatori turistici del Parco in modo da raccogliere l'offerta di natura, cultura, arte e paesaggio di cui l'area protetta è ricca e posizionarla in modo qualificato e competitivo sui mercati turistici, offrendo strumenti innovativi che rendono in modo accattivante e rigoroso il grande patrimonio di biodiversità che è presente nell'area protetta".

''Fondazione Telecom Italia con questo progetto si è proposta di consolidare il proprio impegno sul tema dell'educazione e della valorizzazione del patrimonio nazionale ambientale applicato alle Aree Naturali Protette perché crede fortemente nella forza dell'interazione tra ambiente, cultura, turismo e nuove tecnologie. La missione di Fondazione è infatti quella di favorire e supportare progetti, tramite modelli replicabili, misurabili e basati sull'uso delle tecnologie digitali di cui possediamo esperienza e che, con grande senso di responsabilità sociale, mettiamo a disposizione della comunità'', sottolinea Marcella Logli, Segretario Generale di Fondazione Telecom Italia.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza