cerca CERCA
Domenica 07 Agosto 2022
Aggiornato: 20:54
Temi caldi

Alimenti: Agrimi (Iss), cautela su addio a date conservazione minime (2)

19 maggio 2014 | 15.14
LETTURA: 2 minuti

(Adnkronos Salute) - La pasta, il riso i biscotti hanno una lunga vita in fatto di commestibilità: "Se conservati adeguatamente - dice l'esperto - possono essere mangiati anche diversi mesi dopo la data apposta sulla confezione". Mentre "l'olio di oliva, che pure è un alimento che non ha una data di scadenza, si può sicuramente consumare tre mesi dopo quella indicata come preferibile, ma più passa il tempo più prosegue l'ossidazione e si cominciano a perdere le caratteristiche nutrizionali". Stesso discorso per i surgelati.

Necessaria, dunque, cautela. "Ci sono Paesi europei che stanno spingendo in questa direzione. Ed è necessario porsi il problema degli enormi sprechi alimentari che possono essere legati a questa etichettatura, soprattutto per il consumo casalingo". Non sempre è chiara al consumatore, infatti, la distinzione tra scadenza e termine minimo di conservazione. "C'è bisogno - dice l'esperto - di informare il consumatore. C'è bisogno di un consumatore consapevole". Per questo l'invito da 'tecnico' è a "trovare soluzioni alternative più vicine alle esigenze del cittadino: sapere ad esempio che la pasta, ben conservata, può essere consumata senza rischio per lungo tempo eviterebbe sprechi". E questo senza eliminare quella che comunque è una 'rete di protezione' per il consumatore ovvero l'indicazione "da consumarsi preferibilmente entro il..." , che permette di avere comunque informazioni utili sul prodotto.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza