cerca CERCA
Martedì 25 Gennaio 2022
Aggiornato: 21:24
Temi caldi

Arte: Cnr, David Michelangelo si 'rompe' a causa danni inclinazione

30 aprile 2014 | 14.33
LETTURA: 2 minuti

Il David di Michelangelo si sta ''rompendo'' a causa dei danni relativi all'inclinazione della statua custodita alla Galleria dell'Accademia di Firenze, provocando micro-fratture nel magnifico marmo scolpito a partire dalle gambe. E' stata condotta, infatti, un'analisi dei meccanismi di rottura del monumento da parte dell'Istituto di geoscienze e georisorse del Consiglio nazionale delle ricerche, attraverso esperimenti a piccola scala in centrifuga. I risultati della ricerca sono ora pubblicati sul ''Journal of Cultural Heritage''.

A causa del suo inestimabile valore il David di Michelangelo, uno dei simboli del Rinascimento italiano, e' stato oggetto di molte analisi di stabilita' rivolte in particolare a una serie di micro-fratture della porzione inferiore di entrambe le gambe, notate gia' dalla metà del XIX secolo. Visibili nella caviglia sinistra e nel tronco destro, queste micro-fratture minacciano la stabilita' dell'opera e quindi una loro approfondita conoscenza e' indispensabile per la salvaguardia di questo capolavoro.

Un gruppo di ricercatori dell'Igg-Cnr e dell'Universita' di Firenze ha eseguito un approccio sperimentale su repliche in gesso della statua di Michelangelo a scala ridotta (10 cm di altezza invece di 410), deformate all'interno di una centrifuga. ''Durante la rotazione all'interno dell'apparato, i modelli a piccola scala sono sottoposti a forze molto piu' elevate della forza di gravita', ma che agiscono con le stesse modalita''', spiega Giacomo Corti dell'Igg-Cnr. ''In differenti prove, le piccole statue sono state sottoposte a una forza centrifuga crescente, rendendo la statua sempre piu' 'pesante', finche' gli sforzi gravitazionali superano la resistenza del materiale e si giunge alla rottura''.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza