cerca CERCA
Giovedì 20 Gennaio 2022
Aggiornato: 12:01
Temi caldi

Avviato da Confartigianato Torino progetto pilota di green economy

28 aprile 2014 | 14.22
LETTURA: 3 minuti

alternate text

Favorire l'incontro tra la domanda di interventi di riqualificazione energetico ambientale degli edifici e l'offerta di servizi tecnici qualificati al fine di promuovere, in chiave sostenibile, l'innovazione tecnologica e l'aumento di competitività delle imprese, aggiornandone le competenze. E' l'obiettivo del progetto pilota dedicato alla green economy, avviato da Confcommercio Torino, in collaborazione con iiSbe Italia, co finanziato Camera di commercio di Torino e con il patrocionio di Regione, Provincia e Comune. Primo in Italia, il progetto ha coinvolto un campione rappresentativo di aziende del territorio torinese al fine di valutare l'efficacia delle azioni proposte per poi estendere il progetto a livello nazionale. Al termine del percorso formativo, i partecipanti hanno sostenuto un esame finale di valutazione delle conoscenze acquisite, che ha consentito loro di essere inseriti nell'elenco nazionale 'Imprese Esperte Protocollo Itaca' di iiSbe Italia.

Il programma di lavoro del progetto è stato strutturato in due azioni, una formativa, rivolta a circa 30 referenti tecnici delle imprese artigiane del settore impiantistico e delle costruzioni, l'altra di tipo diagnostico-valutativo, rivolta a 11 imprese artigiane del settore della meccanica, della grafica, dell'autoriparazione, alimentare e benessere, con l'obiettivo di analizzare attraverso specifici audit energetico-ambientali lo stato di fatto degli edifici produttivi e dei relativi impianti, al fine di individuare le principali criticità e fornire una valutazione preliminare di ordine tecnico-economico sui possibili interventi di riqualificazione.

"L'integrazione del sistema edificio-impianto in un'ottica di efficienza energetica, sostenibilità ambientale e sicurezza - sottolinea Dino De Santis, presidente di Confartigianato Torino - rappresenta un'evoluzione tecnologica in grado di apportare benefici sia al comparto della bioedilizia, sia alla clientela. Spesso, infatti, è nel risparmio offerto dalle nuove opportunità tecnologiche che si palesa un beneficio anche di carattere economico".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza