cerca CERCA
Giovedì 21 Gennaio 2021
Aggiornato: 18:57

Beirut, Aoun: "Esplosione? Sembra incidente, ma seguiamo ogni pista"

18 agosto 2020 | 09.51
LETTURA: 1 minuti

"Molti testimoni dicono di aver visto o sentito volare aerei prima dello scoppio. Vanno sentiti, anche se sono poco credibili", ha precisato il presidente libanese

alternate text
(Afp)
Roma, 18 ago. (Adnkronos)

"Anche se pare sia stato un incidente, vorrei evitare di essere accusato di non aver ascoltato ogni voce". Lo ha dichiarato il presidente libanese, Michel Aoun, annunciando che il governo seguirà ogni pista per chiarire le cause della devastante esplosione al porto di Beirut e non escludendo anche l'eventualità di un missile israeliano.

"Molti testimoni libanesi asseriscono di aver visto o sentito volare aerei poco prima dello scoppio. Vanno sentiti, anche se forse sono poco credibili", ha precisato Aoun in un'intervista al 'Corriere della Sera'. Il presidente ha quindi sottolineato che la costituzione libanese "prevede che sia il nostro sistema giudiziario ad indagare su problemi interni. Ciò non esclude la presenza di investigatori francesi, americani e altri che stanno già aiutando la nostra polizia".

A chi sostiene che sia stata la deflagrazione di un deposito di armi dell'Hezbollah a innescare poi quella molto più grave del nitrato d'ammonio, Aoun ha risposto: "impossibile. Ma fatti gravi come questo accendono gli animi e l'immaginazione. Sappiamo che Hezbollah non ha depositi di armi al porto. Comunque anche questa pista verrà investigata".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
L´ informazione continua con la newsletter

Vuoi restare informato? Iscriviti a e-news, la newsletter di Adnkronos inviata ogni giorno, dal lunedì al venerdì, con le più importanti notizie della giornata

Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza