cerca CERCA
Venerdì 27 Maggio 2022
Aggiornato: 15:27
Temi caldi

Boom di firme no Brexit

21 marzo 2019 | 16.01
LETTURA: 2 minuti

In tilt sito web del parlamento britannico

alternate text
(Afp) - AFP

Il sito web del parlamento britannico è andato in tilt per i troppi accessi ad una petizione che chiede alla premier Theresa May di revocare l'articolo 50, annullando così la Brexit. In poco tempo, a partire da ieri sera, sono arrivate 700mila firme e le adesioni crescevano al ritmo di 1500 al minuto quando il sito è andato questa mattina in tilt, riferiscono i media britannici.

La petizione, sostenuta anche da star come Hugh Grant, ha cominciato a raccogliere un gran numero di adesioni dopo il discorso in televisione della May che ha attaccato ieri sera il parlamento. A sostegno di una revoca dell'articolo 50 si è schierato oggi il capo del governo di Gibilterra. Il parlamento britannico deve prendere in considerazione la discussione di petizioni presentate dai cittadini sul suo sito, una volta che abbiano superato le 100mile firme.

"Il governo ha affermato ripetutamente che c'è una 'volontà popolare' di uscire dall'Ue. Dobbiamo mettere fine a questa affermazione provando la forza del pubblico sostegno per rimanere nell'Ue. Potrebbe non esserci un secondo referendum, votate ora", recita la petizione presentata dalla signora Margaret Anne Georgiadou.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza