cerca CERCA
Lunedì 23 Maggio 2022
Aggiornato: 20:38
Temi caldi

Borsa, Europa chiude in rosso. A Milano vendite su Mps

03 marzo 2015 | 18.07
LETTURA: 4 minuti

Seduta negativa per i mercati azionari del Vecchio Continente in attesa delle indicazioni sul piano di riacquisti di titoli di Stato da parte della Bce e di novità sul fronte della Grecia dopo che le indiscrezioni relative a un nuovo piano di salvataggio da 30-50 miliardi di euro. Maglia nera per Milano - Ftse Mib -1,39% -. Lo spread tra Btp- Bund risale sopra quota 100 - chiude a 104 punti base -. A Piazza Affari in rosso il comparto bancario e Fca, bene Gtech

alternate text
(Foto Infophoto)

Seduta nel segno delle vendite sui mercati azionari europei in attesa delle indicazioni sul piano di riacquisti di titoli di Stato da parte della Bce e di novità sul fronte della Grecia dopo che ieri si sono diffuse indiscrezioni relative a un nuovo piano di salvataggio da 30-50 miliardi di euro. Mentre prosegue al ribasso la giornata a Wall Street, Milano chiude registrando la peggior performance del Vecchio Continente. L'indice Ftse Mib scende sotto quota 22mila punti - Ftse Mib -1,39% a 21.987 -, mentre l'All Share lascia sul terreno l'1,35% a 23.405 punti. Lo spread tra Btp decennali e Bund tedeschi, dopo aver viaggiato sotto quota 100 per buona parte della seduta, si attesta a 104 punti base con un rendimento dell'1,41%.

In calo i listini di Madrid -1,36%, Lisbona -0,34%, Zurigo -1,12%, Parigi -0,98%, Londra -0,74% e Francoforte -1,14%, dopo il dato sulle vendite al dettaglio tedesche, diffuse stamane, che a gennaio sono cresciute del 2,9% dopo un quarto trimestre del 2014. In controtendenza Atene: l'indice Athex 20 segna +0,21%. A Piazza Affari giornata tormentata per Mps che cede il 9,91% a 0,55 euro, mentre Fca perde il 3,33% a 13,63 euro dopo i dati positivi sulle immatricolazioni di auto a febbraio negli Stati Uniti: il gruppo, ha venduto 163.586 unità, che rappresentano un aumento del 6 per cento rispetto allo stesso mese del 2014 (154.866 unità).

In rosso il comparto bancario, - maglia nera per Bper -3,21% a 6,94 euro; in rosso anche Banco Popolare -2,80%, Bpm -2,53%, Ubi banca -2,16%, Mediobanca -1,46%, Intesa Sanpaolo a 2,894 euro (-1,77%), Unicredit -0,51% a 5,895 -, mentre slitta l'esame degli emendamenti al decreto legge sulle banche popolari da parte delle commissioni Finanze e Attività produttive della Camera. Tiene Telecom Italia (-0,28% a 1,077 euro) spinta dalle voci sul possibile riassetto azionario del gruppo che ieri hanno coinvolto anche la francese Orange. Tra i pochi titoli positivi Gtech +2,04%, Tenaris +1,58%, Stm +0,67% e Finmeccanica +0,55%.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza