cerca CERCA
Sabato 27 Febbraio 2021
Aggiornato: 11:26
Temi caldi

Borsa Milano in rosso, giornata da dimenticare per Nexi

17 febbraio 2021 | 18.14
LETTURA: 1 minuti

alternate text
(Fotogramma)
Milano, 17 feb. - (Adnkronos)

Giornata negativa per l’azionario europeo in scia di un minore appetito per il rischio innescato e favorito dal deciso rialzo messo a segno dai decennali statunitensi (tornati sopra quota 1,3 per cento). In rosso anche il listino di Piazza Affari, sempre alle prese con il nuovo esecutivo, oggi al test del voto di fiducia al Senato.

Il processo di riduzione dello spread Btp-Bund oggi si è preso una pausa facendo salire il differenziale di rendimento a 94 punti base, oltre cinque punti percentuali in più rispetto al dato precedente. In questo contesto, il Ftse Mib ha segnato un calo dell’1,12% a 23.178,56 punti.

Nel comparto energetico giornata di prese di beneficio per Saipem (-4,68%) e Tenaris (-2,25%) mentre Eni ha fatto segnare un +0,93%. In controtendenza rispetto al comparto di riferimento anche le azioni Mediobanca (+0,65%).

Tra le performance peggiori troviamo anche quella di Nexi (-4,37%) dopo la notizia del collocamento da un miliardo di euro di obbligazioni “senior unsecured equity-linked” con scadenza al 2028 che non corrisponderanno interessi. “L’operazione -riporta la nota diffusa dalla società- rappresenta il più grande collocamento equity-linked denominato in Euro e con il più alto premio di conversione sul mercato italiano dal 2015 ed il più grande mai effettuato da parte di una digital payments company europea”.

Lettera, dopo la diffusione dei conti, per Poste Italiane (-1,76%) nonostante risultati sopra le attese nel quarto trimestre, chiuso con un utile di 308 milioni. Negli ultimi tre mesi dell’esercizio 2020 il fatturato è salito dell’1,4% a 3 miliardi di euro.

Meno 2,15% per Stellantis dopo i dati Acea sulle immatricolazioni auto a gennaio. In Europa, la nuova entità nata dal matrimonio tra PSA e FCA nel primo mese dell’anno ha registrato un calo delle vendite del 26%, contro il -24% messo a segno dal mercato. (in collaborazione con money.it).

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
L´ informazione continua con la newsletter

Vuoi restare informato? Iscriviti a e-news, la newsletter di Adnkronos inviata ogni giorno, dal lunedì al venerdì, con le più importanti notizie della giornata

Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza