cerca CERCA
Sabato 25 Giugno 2022
Aggiornato: 10:25
Temi caldi

Calcio: Busacca, moviola in campo? Troppe interruzioni e poche certezze

10 marzo 2014 | 21.18
LETTURA: 2 minuti

No alla moviola in campo perché il gioco subirebbe troppi stop e perché, in ogni caso, non ci sarebbe certezza assoluta. Massimo Busacca, designatore arbitrale della Fifa, è salito in cattedra al seminario 'Il calcio e chi lo racconta' organizzato dall'Ussi. ''Ancora oggi, riguardando le immagini televisive di mie decisioni in campo, non sono sicuro di aver preso la decisione giusta'', ha detto l'ex fischietto elvetico.

Bussa ha spiegato come la squadra arbitrale si sta preparando in vista dei prossimi Mondiali in Brasile. Le due grosse novità sono l'introduzione della tecnologia per i casi di gol/non gol e dello spray per indicare la distanza delle barriere sui calci di punizione. Buona fede e rispetto sono indispensabili per valutare l'operato dei direttori di gara, ha spiegato l'x direttore di gara. ''Il giocatore può sbagliare anche se guadagna 14 milioni di euro all'anno -ha detto-. L'arbitro invece no''.

Il designatore arbitrale della Fifa ha illustrato con alcuni filmati le situazioni di gioco più studiate dagli arbitri che si stanno preparando al Mondiale. Inoltre ha indicato i 10 punti su cui si fonda la leadership arbitrale: ''Energia, responsabilità, ottimismo, comunicazione, intelligenza ed emozioni, coraggio, passione, adattabilità, curiosità e umiltà''. ''L'arbitro deve capire i giocatori -ha concluso- non sono i giocatori a dover capire l'arbitro''.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza