cerca CERCA
Sabato 18 Settembre 2021
Aggiornato: 07:02
Temi caldi

Caso Yara: legale Bossetti, nessun accesso pc a siti pedopornografici

23 agosto 2014 | 09.11
LETTURA: 2 minuti

"Non ci sono accessi a siti pedopornografici". E' una smentita secca quella che Claudio Salvagni, avvocato di Massimo Giuseppe Bossetti, affida all'Adnkronos. Una replica al quotidiano 'La Repubblica' che stamane sostiene come i primi accertamenti sui computer sequestrati a casa del 44enne, dietro le sbarre con l'accusa di aver ucciso Yara Gambirasio, stiano forse svelando il movente del delitto della giovane di Brembate.

Dalle memorie analizzate emergerebbe come su un motore di ricerca sia stata digitata più volte, l'ultima lo scorso maggio, "la parola 'tredicenni', seguita da caratteristiche e dettagli porno", si legge nell'articolo e come siano state "scaricate immagini dal contenuto pedopornografico". Dai computer, ma "la perizia non è finita, trapela che gli accessi siano per ora cinque e non tutti databili, emerge un interesse sessuale per le tredicenni". Concetti respinti dal legale di Bossetti che rimarca l'innocenza del suo assistito in manette dal 16 giugno scorso.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza