cerca CERCA
Domenica 07 Marzo 2021
Aggiornato: 12:49
Temi caldi

Conte a Beirut, le macerie nel porto

08 settembre 2020 | 09.47
LETTURA: 1 minuti

Macerie e ricostruzione nel porto. E' una Beirut in ginocchio quella dove è arrivato nella notte il presidente del Consiglio, in Libano per testimoniare “la vicinanza dell’Italia a un popolo amico”. Subito dopo la visita nel cratere dell’esplosione, dove sono deflagrate le 2.700 tonnellate di nitrato di ammonio che hanno devastato la capitale libanese, Conte è poi arrivato sulla nave San Giusto, partita da Brindisi e approdata al porto di Beirut il 23 agosto scorso. Lasciando il porto, il premier ha voluto fermarsi per omaggiare le vittime proprio sul luogo in cui è iniziata la costruzione, al momento contrassegnata da una base in cemento e con una grande bandiera libanese.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
L´ informazione continua con la newsletter

Vuoi restare informato? Iscriviti a e-news, la newsletter di Adnkronos inviata ogni giorno, dal lunedì al venerdì, con le più importanti notizie della giornata

Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza