cerca CERCA
Lunedì 06 Dicembre 2021
Aggiornato: 12:03
Temi caldi

Droga: Aifa, attenzione a effetti smart drug e sostanze energizzanti

19 marzo 2014 | 15.30
LETTURA: 2 minuti

Roma, 19 mar. (Adnkronos Salute) - Occhio, ragazzi, ai rischi nascosti delle smart drug e agli effetti del 'potenziamento cognitivo' ricercato a tutti i costi assumendo sostanze energizzanti, anche legali. A mettere in guardia i giovani è l'Agenzia italiana del farmaco, con un lungo articolo pubblicato sul suo sito internet. L'Aifa cita Jordan Belfort, il protagonista dell’ultimo film di Martin Scorsese, The Wolf of Wall Street, che sintetizza così il proprio stile di vita: "Uso lo xanax per concentrarmi, l'ambien per dormire, l'erba per calmarmi, la cocaina per tirarmi su e la morfina perché è ottima".

Sembra che oggi si assumano "sostanze stupefacenti per affrontare tutto, dal risveglio al lavoro, passando per cibo, sesso e sonno, successo, famiglia, relazioni interpersonali. Oggi vogliamo tutto e subito. I bisogni primari sono stati sostituiti dalla necessità di affermarci e legittimarci con qualunque mezzo e a qualunque costo. Subito". Sulla base di uno studio, l'agenzia ricorda che "molte nuove sostanze vengono commercializzate come 'sballo legale', anche quando le indicazioni riportano la dicitura 'Non destinato al consumo umano'; in alcuni casi, infatti, per evitare i controlli, nei laboratori clandestini europei e mondiali si producono nuove droghe che vengono vendute direttamente sul mercato con etichette contenenti informazioni ingannevoli, per esempio 'sostanze chimiche destinate alla ricerca' o 'fertilizzanti'".

"Negli ultimi anni - si sottolinea - Internet e l’acquisto illegale hanno sicuramente cannibalizzato il mercato delle sostanze stupefacenti, ma non solo. In Italia sono stati individuati circa 500 portali in lingua italiana (o con base nel nostro Paese) che vendono questo tipo di sostanze e il 64% dei siti è stato definitivamente chiuso". Anche sostanze apparentemente innocue possono avere effetti, come la caffeina. (segue)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza