cerca CERCA
Martedì 05 Luglio 2022
Aggiornato: 00:26
Temi caldi

Farmaci: Ass. Coscioni su pillola giorno dopo, si abolisca obbligo ricetta

11 febbraio 2014 | 14.56
LETTURA: 2 minuti

Roma, 11 feb. (Adnkronos Salute) - A questo punto, per la pillola del giorno dopo "si abolisca l'obbligo di ricetta". A chiederlo in una nota è l'Associazione Luca Coscioni, plaudendo alla decisione dell'Aifa di rivedere il bugiardino della pillola del giorno dopo, "sostituendo la vecchia dicitura 'il farmaco potrebbe anche impedire l'impianto' con 'inibisce o ritarda l'ovulazione'". Una decisione che "risponde scientificamente a tutti quei dubbi che erano serviti agli obiettori di coscienza per negare la contraccezione d'emergenza. Ora le donne hanno riacquisito il diritto di accedere al farmaco senza l'ostruzionismo di coloro che si nascondevano dietro la presunta e ormai cancellata confusione con un farmaco abortivo".

"Vengono a cadere tra l'altro - prosegue l'associazione - i presupposti della cosiddetta clausola di coscienza permessa al medico dalla nota del Comitato nazionale di bioetica del febbraio 2011". Secondo l'associazione a questo punto la "soluzione da applicare" è "quella di abolire l'obbligo della ricetta medica per questo tipo di farmaco, come avviene già in altri Paesi: eliminando così l'imposizione per un medico di prescrivere un farmaco eticamente contrario alle sue posizioni".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza