Cerca

Vigili in piazza, corteo nazionale a Roma: "Siamo 10mila" /Video

CRONACA
Vigili in piazza, corteo nazionale a Roma: Siamo 10mila /Video 1 2 3 4 /Foto

(Foto Adnkronos)

Sono arrivati nella capitale dalla Lombardia, dalla Puglia, Calabria, Sicilia e Sardegna migliaia di caschi bianchi per la prima manifestazione e sciopero nazionale di tutte le Polizie Locali. Secondo gli organizzatori circa 10.000 i vigili che hanno sfilato a Roma, sotto lo striscione "I lupi non temono gli sciacalli", rivendicando gli stessi diritti e le stesse tutele delle altre forze di Polizia. "O siamo impiegati comunali o siamo un corpo di polizia" si legge su un altro striscione.


Partiti da piazza della Repubblica, i pizzardoni sono arrivati a piazza Bocca della verità, con uno stop all'Altare della Patria, dove, intonando l'Inno d'Italia, hanno deposto una corona d'alloro sotto il monumento del Milite Ignoto. A deporla Maria Liguori, la vedova di un vigile di Acerra, ucciso da due tumori poiché si occupava di reati ambientali: ''Sono emozionata, sono commossa, è un momento importante per tutte le polizie locali, mi sento onorata di essere stata scelta per porre questa corona al Milite Ignoto in memoria non solo di mio marito ma di tutti i vigili e le divise cadute in servizio''.

In polemica con il sindaco di Roma, Ignazio Marino, i caschi bianchi sono poi passati davanti al Campidoglio mostrando la schiena alla scalinata. Un gesto che arriva anche dopo i primi esiti del caso scoppiato a Capodanno, con 31 vigili indagati per assenteismo e l'avvio di una serie di accertamenti anche per i medici che hanno rilasciato i certificati di malattia.

''Dai territori dicono che l'80% del personale della polizia locale ha aderito allo sciopero", ha detto Francesco Garofalo segretario generale Csa, che ha aggiunto: "Oggi facciamo la storia''. Gli ha fatto eco Luigi Marucci presidente dell'Ospol: ''E' da tempo che rivendichiamo il riconoscimento della qualifica di poliziotti, chiediamo un comando generale, una divisa unica per tutti e le stesse tutele e gli stessi diritti del comparto della polizia di Stato: non siamo impiegati comunali ma siamo poliziotti a tutti gli effetti e vogliamo un contratto da comparto sicurezza''.

''Con questa manifestazione vogliamo anche inviare un messaggio ai cittadini: non è la polizia locale ad essere in pericolo, ma le amministrazioni che l'utilizzano per fare cassa o per fare politica -ha aggiunto Garofalo- e voglio far notare che nessun sindaco ha spezzato una lancia a favore del proprio corpo di polizia locale''. Dal segretario romano dell'Ospol un appello al governo: ''Ora ci ascolti''.

Il corteo ha mandato in tilt il traffico in diverse zone della Capitale: rallentamenti sulla tangenziale Est, ma anche sul viale del Muro Torto tra Viale del Galoppatoio e Piazzale Flaminio, in via Merulana, a Piazza Adriana e a Piazza di Porta Maggiore in direzione San Giovanni.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.