Cerca

Medici e pazienti si incontrano sul web, in arrivo 'social network'

Entro aprile piattaforma ad hoc per comunicare, chiedere consigli e inviare documentazione

CRONACA
Medici e pazienti si incontrano sul web, in arrivo 'social network'

Un clic per risparmiarsi la fila davanti alla porta dello studio medico per un semplice dubbio o un consiglio. Nell'era 2.0 anche l'ambulatorio può diventare virtuale e medici e pazienti possono incontrarsi sul web. In una sorta di 'social network' ad hoc, si potrà comunicare, inviare esami e referti, impostare la propria agenda di salute, conservare la documentazione clinica e averla sempre disponibile in cloud. La piattaforma si chiama 'Welcomedicine' ed è stata sviluppata da un team 'misto', con competenze mediche e di ingegneria digitale.


La registrazione, spiegano gli esperti, è gratuita sia per i medici che per i pazienti, i quali pagano di volta in volta il consulto di cui hanno bisogno, alle tariffe stabilite da ciascun medico e "illustrate in tariffari controllati ed esposti", che sono di solito meno cari di quelli delle visite private. I pagamenti sono fatturati e scaricabili e c'è anche una sezione dedicata ai consigli gratuiti. Per tutti i consulti sono indicati preventivamente i tempi massimi di risposta.

Gli sviluppatori hanno dedicato al progetto quattro anni di studio e il risultato è un "portale che racchiude in un'unica piattaforma tutti i sistemi di comunicazione professionale, garantendo i criteri di privacy e protezione dei dati sensibili tramite l'utilizzo della firma digitale", assicurano i promotori.

Il sistema offre al paziente strumenti low-cost di continuità di cura col medico scelto: "Un rapporto diretto col proprio medico che 'privatizza' la sanità pubblica e abbatte i costi della sanità privata", dichiara la responsabile del team medico che ha curato lo sviluppo della piattaforma: Giulia Franchi, 38 anni, medico chirurgo specializzato in endocrinologia e malattie del ricambio, da anni interessata alla tecnologia e alle sue applicazioni in ambito medicale.

Franchi annuncia il lancio della piattaforma in fase di 'beta test' in alcune strutture sanitarie in Lombardia, con "apertura al mercato entro aprile 2017". Per il servizio è previsto anche lo sviluppo di un'App dedicata.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.